Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ponte Gioeni, al via i lavori di abbattimento
Traffico e rimozioni in via Ingegnere

Sono partiti questa mattina i lavori di abbattimento del Ponte Gioeni. Secondo le previsioni dovrebbero concludersi entro il 14 agosto. Nel frattempo il piano di viabilità  in zona sembra funzionare, con qualche problema nella sola via Ingegnere, dove vige il divieto di fermata. Molte le auto portate via dal carro attrezzi, tra le proteste dei negozianti: «Per fortuna stiamo per andare in ferie», commenta uno di loro. Mentre tra i passanti c'è chi vorrebbe tenerlo in quanto «caratteristico». Guarda le foto

Leandro Perrotta

Sono iniziati stamattina intorno alle 7 i lavori preparatori per l'abbattimento del ponte Gioeni. I lavori, eseguiti dalla ditta Tosa appalti srl, dovrebbero concludersi entro il 14 agosto, secondo quanto stabilito in sede di appalto. E il traffico veicolare, chiuso in entrambi i sensi di marcia lungo la circonvallazione, appare in queste prime ore sotto controllo. «Più che altro sembra che la fila si formi a causa delle persone che si fermano a parlare con i vigili», riferisce una donna, residente in via Ingegnere, dove i vigili urbani hanno dovuto far rimuovere molte auto posteggiate in doppia fila con l'intervento del carro attrezzi. Tra le proteste dei negozianti della zona, dove da oggi vige anche il divieto di fermata: «Per fortuna stiamo per chiudere per la pausa di Ferragosto», commenta uno di loro, visibilmente irritato. Del resto la via Etnea, fino all'incrocio con la trafficata arteria, in questo periodo si potrà percorrere solo in senso unico, in discesa, secondo il piano di viabilità provvisorio diffuso ieri dal Comune di Catania. «Deve andare alla Barriera? Per di qua», è la domanda più frequente alla quale rispondono i vigili, fermati da decine di automobilisti. «Questo è certamente il punto più critico, la difficoltà è far capire alla persone che non si può salire da via Etnea: se i tempi verranno rispettati, per Ferragosto il traffico dovrebbe tornare normale», spiega l'assessore alla viabilità Saro D'Agata, sul luogo fin dall'inizio dei lavori, insieme a molti tecnici comunali e agli uomini della Protezione civile, che ha finanziato l'opera.

«L'abbattimento vero sarà effettuato nei giorni di sabato 10 agosto, domenica 11 e lunedì 12, oggi hanno inizio tre giorni di lavori preparatori», spiega D'Agata, accompagnato dal vicesindaco con delega alla Polizia municipale, Marco Consoli. E anche il giovane assessore si prodiga nel dare consigli agli automobilisti: «Ci scusiamo per il disagio signora, i lavori verranno completati in un paio di settimane», spiega all'incrocio con via Del Bosco, ad una donna al volante. Complice probabilmente anche il periodo di ferie, i passanti non sembrano particolarmente stressati dai cambiamenti, comunque inaspettati per molti. «Adesso come facciamo ad andare al mare?», commenta, con aria divertita, una donna residente in via Tondo Gioeni, che intorno alle 8.30, proprio al momento della chiusura della circonvallazione, stava per partire con famiglia al seguito. Smarrita e confusa è invece una donna, che con l'area spaesata in via Ingegnere si ferma, e fa un fischio al vigile: «Sono qui da due ore, mi spiega come andare a Picanello se la circonvallazione è chiusa?». Meno allegro un altro passante, questa volta a piedi, ma per motivi sentimentali: «Secondo me e peccato abbatterlo è caratteristico, c'è da quarant'anni», commenta. E in effetti, l'abbattimento dello storico ponte sta colpendo i catanesi che condividono i propri ricordi anche attraverso i social network. Da stamattina sono attivi un profilo Facebook e un account Twitter che raccolgono sia informazioni utili e foto del traffico in tempo reale che un discreto dibattito sull'operazione in corso.

«L'abbattimento avverrà a partire dalla parte sommitale, il ponte verrà tranciato da dei macchinari appositi nel punto in cui forma una sorta di “imbuto”. Successivamente l'intera area verrà appianata, e sarà creata una bretella per salire al parco Gioeni, passando per via Battista Grassi. La rotatoria nuova somiglierà a una sorta di “doppia goccia”, vista dall'alto», spiega intanto il geometra Salvatore Speciale, responsabile dei lavori per la Tosa appalti. Che assicura: «Cercheremo di rispettare i tempi, nel fine settimana lavoreremo h 24», conclude.

Traffico in Via del Bosco (lato sud)

Il sottopassaggio non esisterà più

La circonvallazione, in direzione ovest-est viene chiusa alle 8e30

Lavori già iniziati sotto al Ponte Gioeni

L'area del ponte Gioeni, già chiusa al traffico

Direzione est-ovest: il traffico viene deviato in via Battista Grassi e poi in via Pietro dell'Ova

Ore 8e20: c'è già fila lungo la circonvallazione, ma il traffico è scorrevole

Imbocco di via Grassi (lato sud ancora aperto)

Il lato sud della circonvallazione alle 8: verrà chiuso solo mezzora dopo

Ponte Gioeni, lavori in corso

Il sottopasso non esisterà più: al suo posto una grande rotonda "ad oppia goccia"

Gli assessori Consoli e D'Agata, l'ingegnere Palmeri, i vigili e la protezione civile

Sotto il ponte, per l'ultima volta

Il "Tondo Gioeni", intorno alle 7 e30

Un'automobilista chiede indicazioni

Vigili al "Tondo Gioeni"

Auto in transito, verso via Etnea

L'assessore alla Municipale Marco Consoli si occupa delle relazioni con glii utenti

Via Etnea: da oggi, fino a via Ingegnere, si percorre solo in discesa

Via Etnea

Un operaio rimuove un cartello stradale

Ponte Gioeni

Auto in transito lungo il lato sud della circonvallazione (per l'ultima volta sotto il ponte)

Via Del Bosco (lato sud) chiusa al traffico intorno alle 8e30

Via Ingegnere, ore 10: carrattrezzi all'opera

Via Ingegnere, ore 10: carrattrezzi all'opera e traffico sotto controllo

Via Ingegnere, ore 10: carrattrezzi all'opera

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×