Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, strade allagate dopo pochi minuti di pioggia
Vento fa cadere alberi, problemi al centro vaccinale

Ad aggravare il quadro che ogni anno, a fine estate, si ripresenta è la presenza della cenere vulcanica. La Protezione civile regionale ha sostenuto un'operazione straordinaria di pulizia dei tombini ma i risultati non si vedono. Guarda il video

Redazione

Prevedere i disagi alla viabilità con la comparsa delle prime piogge era più semplice che prevedere queste ultime stesse. E così è stato. A Catania e provincia, questo pomeriggio, sono bastati pochi minuti di pioggia - per quanto di importante intensità - per portare in primo piano tutte le carenze nel campo della manutenzione ordinaria delle strade. Ad aggravare un quadro che ogni anno si ripresenta puntuale è stata inevitabilmente la cenere vulcanica caduta al suolo e che ancora attende in molti punti di essere rimossa. Con la conseguenza che - nonostante il piano straordinario di pulizia nel territorio provinciale sostenuto dalla Protezione civile regionale - i canali di scolo e i tombini sono spesso ostruiti.

Sui social network non mancano i contributi degli utenti per denunciare i disagi. A piazza Carlo Alberto, dove ha luogo il mercato cittadino, l'acqua si è accumulata allagando il piazzale e costringendo operatori e residenti a muoversi con l'acqua alle caviglie. Problemi anche in via Santa Sofia, sopra la circonvallazione, e nella zona centrale di viale XX Settembre, nei pressi di piazza Roma. Qui c'è chi ha deciso di attraversare la strada, come se fosse un fiume: togliendosi le scarpe e tenendole in mano. Non mancano i tombini saltati che si trasformano in fontane stradale. In zona Playa, invece, la pioggia unita al vento ha causato la caduta di alcuni rami sull'asfalto. Danni anche all'hub vaccinale di via Forcile. Il Comune ha disposto, per questioni di sicurezza, la chiusura delle ville Bellini e Pacini.

«Sono state centinaia le chiamate giunte alla sala operativa a seguito dell'ondata di maltempo che si è abbattuta su tutta la Sicilia Orientale ed un particolare sulla città di Catania - si legge in una nota del comando provinciale dei vigili del fuoco etneo - Decine di alberi sono caduti in tutte le parti della città, dalla circonvallazione a piazza Palestro, dove squadre del comando provinciale stanno mettendo in sicurezza un grosso ficus caduto su delle autovetture, fortunatamente senza nessuno all'interno. Un platano è caduto in via Dusmet, mentre in via San Calogero, in prossimità della trincea della ferrovia, la recinzione che delimita quest'ultima è stata divelta dalla quella che sembrerebbe essere stata una tromba d'aria. Decine di tetti scoperchiati nella zona sud della città ed automobilisti tratto in salvo nelle loro auto rimaste in panne». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×