Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Biancavilla, la pioggia torrenziale porta via l'asfalto
Gli automobilisti messi in salvo dai sommozzatori

Le violente precipitazioni del pomeriggio hanno colpito anche il centro etneo. Il sindaco: «Stupiti dall’intensità. Vedremo nelle prossime ore la reale consistenza dei danni non appena saranno ultimate le verifiche»

Salvatore Caruso

La pioggia torrenziale che si è abbattuta nel primo pomeriggio di oggi sulla provincia di Catania ha provocato particolari danni a Biancavilla, dove è stata sufficiente mezz’ora di pioggia per allagare abitazioni a piano terra, trasformare le strade in veri e propri fiumi con auto in sosta travolte dalla furia delle acque. Decine i mezzi in panne e intere porzioni di asfalto saltato e trascinato a valle. Rami d’alberi spezzati in diversi punti della città e tombini saltati che hanno reso le strade insicure. 

Immediati sono scattati i soccorsi. Sul posto uomini del 115 del distaccamento di Adrano e Paternò nonché uomini della squadra sommozzatori di vigili del fuoco. Situazione particolarmente critica lungo viale dei Fiori, la strada interna che congiunge Biancavilla con Adrano e in contrada Naviccia ad Adrano.

I vigili del fuoco hanno messo in salvo gli automobilisti, tra le persone coinvolte anche tanti bambini spaventati dei laghetti formatesi nelle due zone. A Biancavilla in pieno centro storico, come piazza Sant’Orsola e via Innessa, si sono formate delle vere e proprie montagne, contenenti asfalto e piastrelle. In via Taranto, invece, si sono create delle vere e propri rapide che hanno travolto le auto in sosta con gli abitacoli invasi da acqua. 

Oltre ai vigili del fuoco, sono intervenute anche polizia municipale e protezione civile che hanno effettuato per l'intero pomeriggio una serie di sopralluoghi in tutto il territorio comunale. «Quello che ci ha colpito è stata l’intensità della pioggia non tanto la durata - ha detto il sindaco Antonio Bonanno - Abbiamo comunque ripristinato in queste ore le necessarie condizioni di sicurezza sulle strade cittadine. Vedremo nelle prossime ore la reale consistenza dei danni non appena saranno ultimate le verifiche».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×