Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Assaltavano con violenza le attività del Catanese
Ventenni incastrati dai sistemi di videosorveglianza

Le azioni del gruppo composto da cinque persone - tre agli arresti e due denunciati - si sono svolte in diversi negozi della zona etnea da dicembre del 2020 fino all'inizio di quest'anno. Il gruppo agiva armato di coltelli. Guarda il video

Redazione

Due fratelli di 20 e 26 anni e un terzo ragazzo di 20 di Gravina di Catania, sono accusati di rapina aggravata in concorso e per questo raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale etneo. L'indagine, svolta dai carabinieri parte da dicembre 2020 e si è conclusa a marzo 2021, ha consentito di individuare il gruppo composto da cinque persone - tre arrestati e due denunciati - autori di cinque rapine tutte messe a segno tra dicembre 2020 e gennaio 2021 a Catania e nei paesi etnei. 

Le rapine, due perpetrate a Gravina di Catania e Mascalucia ai danni di ricevitorie-tabacchi, due nel capoluogo etneo commesse ai danni di un noto supermercato e una tentata in una farmacia, hanno fruttato agli indagati, nel giro di pochi giorni, la cifra di oltre 5.500 euro. Durante le azioni messe in atto, il gruppo agiva con coltelli e pistole, spostandosi con macchine noleggiate con targhe contraffatte. Gli autori si erano contraddistinti per la violenza con la quale agivano: come nel caso delle numerose ferite da taglio procurate al proprietario di una delle tabaccherie prese d’assalto.

Fondamentali per risalire al gruppo di rapinatori sono stati i sistemi di videosorveglianza nelle zone dove si sono consumate le rapine e nei percorsi di fuga percorsi dai criminali, grazie ai quali si è riusciti a risalire ai veicoli utilizzati e ai personaggi che li avevano noleggiati, e da lì comparare le foto pubblicate dai sospettati sui loro profili social con i fotogrammi estrapolati dalle riprese. Come esempio si riporta il confronto tra una maglia indossata da uno dei rapinatori durante l’assalto ad una tabaccheria, dove è ben distinguibile la scritta Narcos, identica per foggia e colore a quella sequestrata in casa del medesimo soggetto. I tre malviventi destinatari della misura cautelare sono stati rinchiusi in carcere.  

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×