Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ponte Gioeni, lunedì verrà eliminata la base
Dieci giorni di lavori ma con corsie libere

Dal 26 agosto verrà eliminato l'ultimo pezzo del cavalcavia che per quarant'anni ha caratterizzato la parte sommitale di via Etnea. Ma nel corso delle operazioni, che dureranno una decina di giorni, i disagi per gli automobilisti dovrebbero essere limitati. «Assicureremo le quattro corsie della circonvallazione aperte», ha affermato ieri in una riunione tecnica a Palazzo degli elefanti il vicesindaco Marco Consoli. Tempi ancora non certi per la realizzazione della grande rotatoria: dipenderà dalla «mappatura dei sottoservizi», ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Luigi Bosco. Guarda le foto

Redazione

Resta solo uno sbuffo di cemento in mezzo a una grande piazza, una sorta di monumento in ricordo del cavalcavia che per quarant'anni ha caratterizzato la parte sommitale di via Etnea. E' il tronco di base del Ponte Gioeni, e secondo quanto affermato ieri pomeriggio nel corso di una riunione tecnica a Palazzo degli elefanti dall'assessore ai Lavori pubblici Luigi Bosco, lunedì 26 agosto riprenderanno i lavori per eliminare quest'ultimo segno del Tondo Gioeni che fu. Il cantiere, ha affermato il vicesindaco Marco Consoli, assessore alla Polizia municipale, consentirà comunque la circolazione delle auto, in quanto, secondo le rassicurazioni dell'azienda appaltatrice dell'opera, la Tosa appalti srl, «le quattro corsie lungo la circonvallazione resteranno aperte, magari solo con passaggi di larghezza ridotta».

I lavori proseguiranno con la rifinitura dell'assetto sommitale del muro, con l'asportazione delle barre di armature emergenti, e la sistemazione del guard rail per consentire il riassetto della viabilità lungo la via Albertone, che attualmente è causa dei maggiori disagi per chi è diretto in zona Barriera. Questa nuova fase di abbattimento del Ponte Gioeni si protrarrà per una decina di giorni, durante i quali, ha aggiunto Bosco, «l'amministrazione e la Direzione lavori provvederanno anche alla mappatura dei sottoservizi, con una serie di sopralluoghi con i rappresentanti dei vari soggetti interessati, tra cui Enel, Telecom, Asec e Sidra».

La successiva fase sarà quella dei lavori per la realizzazione della rotatoria «a doppia goccia», che caratterizzerà il nuovo assetto di Tondo Gioeni. Potrebbe subire ritardi rispetto al progetto iniziale, dipendendo proprio dall'individuazione certa dei sottoservizi. Ma, puntuali, arrivano le rassicurazioni del vicesindaco Consoli: «Metteremo in straida diverse squadre di Vigil urbani e il loro supporto si rivelerà ancora una volta determinante con l'approssimarsi dell'apertura delle scuole, quando il traffico veicolare sarà certamente maggiore».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×