Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Come ho salvato la donna nell'auto rossa in via Etnea
«Avevo paura e sentivo freddo ma volevo solo aiutarla»

La scena in cui Celestino Floralde sfida l'alluvione è diventata virale. Arrivato in Italia dalle Filippine nel 2011, sogna di riprendere presto a fare il sushiman. A MeridioNews ha aperto la porta di casa per rivivere insieme quei momenti terribili. Guarda il video

Dario De Luca

Le ha ripetuto più volte «di stare tranquilla», un modo semplice per cercare di farle coraggio davanti a quel muro d'acqua che rischiava di travolgerli. Non ha avuto però nessuna esitazione Celestino Floralde, il suo unico obiettivo martedì mattina, mentre si trovava in via Etnea, è stato quello di salvare una donna bloccata all'interno di un'auto rossa. Mentre la scena veniva immortalata da decine di smartphone, con i video che poi sono diventati virali su Facebook e Tik-Tok, l'uomo è riuscito a raggiungere l'automobilista e a portarla al sicuro all'interno di un bar. 

A distanza di 48 ore Celestino ci accoglie nella sua casa nei pressi di via Sangiuliano, insieme alla moglie Melody e alle due figlie, per raccontare quei momenti. Specializzato come sushiman, 45 anni, è arrivato in Italia dalle Filippine nel 2011, quattro anni dopo la moglie. «Dicevo alla signora di stare tranquilla ma anche io avevo paura - racconta - l'acqua saliva e piano piano copriva la macchina».

Sono minuti interminabili, «dieci o quindici». Fino a quando la donna riesce ad aprire la portiera e a scendere dall'automobile. Nei video si vede un uomo che in quel momento, con difficolta a causa della forza dell'acqua, riesce a raggiungerla. «Ho tolto la maglietta cercando di salvare i soldi e il cellulare, anche perché non sono ricco e per me è importante», spiega. Con l'indumento e una corda di fortuna lanciata da un uomo dall'altro lato della strada Celestino si aggrappa alla macchina e prova a dare la giusta tensione alla fune improvvisata per consentire alla donna di superare il fiume d'acqua. «Mi interessava salvarla - continua - Mi tremavano le mani dal freddo che c'era. La signora però aveva paura ad attraversare la sola».

Fallito questo tentativo il 45enne non demorde e cerca un piano alternativo. «Ho provato dall'altro lato della strada ma prima sono andato da solo per capire se potevo passare insieme a lei». La ripresa video cambia prospettiva e Celestino viene inquadrato mentre sostiene l'automobilista e con estrema fatica la mette in salvo. «Non ho mai smesso di guardare la macchina perché dentro c'era questa donna. Non mi importava il pericolo, io volevo solo salvarla. Anche io ho famiglia e ho pensato a quella della signora e al dispiacere che avrebbero provato». Un eroe normale diventato un po' il simbolo positivo della terribile alluvione che sta flagellando la Sicilia e che ha causato tre morti. 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×