Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Teatro Stabile, domenica lo spettacolo Anima Mundi
«Danza e gesti improvvisi come segno di vitalità»

Sarà in programma fino al 17 novembre. «Servirà a chiudere il trittico della felicità umana», racconta Piero Ristagno. Il progetto multidiscplinare omonimo coinvolgerà anche i dipartimenti di Scienze politiche e Scienze umanistiche di Unict

Alessia Sapienza

Anima Mundi è il progetto multidisciplinare del Teatro Stabile di Catania che si svilupperà per tutto il mese di novembre attraverso spettacoli, laboratori, workshop e seminari. Lo spettacolo che dà il nome al progetto debutterà in prima nazionale domenica 6 novembre proprio alla sala Verga. La realizzazione, programmata inizialmente per la primavera del 2020 ma rimandato a causa della pandemia, è resa possibile grazie alla collaborazione con la Compagnia NeonTeatro, con i dipartimenti di Scienze politiche e di Scienze umanistiche e con il Cinap (Centro per l'integrazione attiva e partecipata) dell’Università di Catania.

Lo spettacolo Anima Mundi, con la regia di Monica Felloni e i testi a cura di Piero Ristagno, sarà in scena fino al 17 novembre. «Questa - spiega Piero Ristagno - dopo Ciatu e Invasioni è la terza composizione teatrale che completa il trittico della felicità umana. Trentadue anni dopo Giordano Bruno, nasce ad Amsterdam Baruch Spinoza. È nella sua vicenda umana e nel suo pensiero, coraggiosamente praticato, che NèonTeatro trova linfa per alimentare il proprio stupore e proporlo agli occhi degli spettatori. Anima Mundi è la danza ispirata del gesto imprevisto, dell’inciampare nel fonema che non risuona, è il canto corale dei corpi in scena che confermano la propria esistenza in vita. Potrebbe essere la vita ciò che chiamiamo anima. Uno spettacolo - continua - dedicato alla poesia, alla generosità della parola che smuove i corpi nella inconsueta forma che assumono in sogno».

Grazie ad Anima Mundi il teatro diventa veicolo di inclusione sociale dove lo straordinario non viene solo normalizzato, ma viene vissuto al cento per cento. Il progetto, nella sua visione più ampia, si propone di contribuire alla creazione di una società fondata sul rispetto dell'identità e della dignità della vita, con un approccio alla diversità centrato sulla relazione e sul benessere comune. A calcare il palco del teatro Stabile saranno Dario Conti, Emanuela Dei Pieri, Martina Di Prato, Teresa Fazio, Monica Felloni, Danilo Ferrari, Patrizia Fichera, Stefania Licciardello Anzalone, Angela Longo, Manuela Partanni, Matteo Platania, Dorotea Samperi e Francesca Sciatà. Coreografie di Alejandra Deza Moreno e Gaia Santuccio. A firmare le cartoline sarà Renzo Francabandiera. L'assistente tecnica sarà Ségolène Le Contellec, il light designer Francesco Noè e il tecnico arrampicatore e rigger Salvatore Pappalardo. Le riprese video saranno affidate a Jessica Hauf e Luca Di Prato, mentre il design visivo sarà a cura di Maurizio Leonardi.

Al lavoro che Felloni e Ristagno hanno portato avanti a Catania in questi anni, il dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università dedicherà, il 15 novembre, il seminario La grandezza di vivere. Per un sentiero artistico-educativo dif(f)orme, a cura di Stefania Rimini e Simona Scattina, con la partecipazione di Vito Minoia. Il dipartimento di Scienze Politiche, invece, ha programmato per il 12 novembre, il convegno dal titolo Dal teatro alla società: pedagogia, disabilità, marginalità e territori, a cura di Paolina Mulè, in cui una serie di attori sociali e istituzionali presenteranno gli esiti di iniziative che promuovono nel territorio in tema di teatro e marginalità.

Nel frattempo, nella nuova Sala Futura di via Macallè, il Teatro Stabile realizzerà altre attività in collaborazione con la Compagnia Berardi-Casolari, che fino al 6 novembre condurrà un laboratorio con persone non vedenti e ipovedenti, e il 7 novembre 2021 porterà in scena lo spettacolo I figli della frettolosa, primo della stagione Numero Zero nel nuovo spazio appena inaugurato.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×