Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Genio civile, il primo interrogatorio di Natale Zuccarello
Legale: «Chiesta scarcerazione, manca esigenza cautelare»

L'avvocato Nino Grippaldi, che difende l'ex capo dell'ufficio catanese, ha inoltrato la richiesta al gip. Il suo assistito non si è sottoposto alle domande ma ha rilasciato spontanee dichiarazioni. «Da pensionato non potrebbe né reiterare reati né inquinare prove»

Simone Olivelli

«L'esigenza cautelare non c'è». Questa, in sintesi, la tesi difensiva del legale di Natale Zuccarello, l'ingegnere fino a pochi mesi fa a capo del Genio civile di Catania e che è stato arrestato nelle ultime ore con l'accusa di avere intascato mazzette dagli imprenditori in cambio del condizionamento di alcune gare d'appalto. Zuccarello, questa mattina, si è presentato al tribunale di Catania dove era previsto l'interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari Santino Mirabella. Il 67enne, in pensione da inizio mese e che ha trascorso la prima notte all'interno del carcere di Caltagirone, non si è sottoposto alle domande, preferendo rilasciare spontanee dichiarazioni.

«Nell'attesa di potere approfondire gli atti d'indagine - dichiara a MeridioNews l'avvocato Nino Grippaldi - ci siamo limitati a sottolineare come i motivi per disporre la misura cautelare non ci fossero. Zuccarello, da inizio giugno, subito dopo le perquisizioni, si dimise da direttore del Genio civile e poi, poche settimane dopo, anche dagli altri incarichi che aveva all'interno dell'amministrazione regionale». A sostegno di ciò, Grippaldi ha consegnato una serie di documenti al gip che, con molta probabilità a inizio della prossima settimana, deciderà se modificare la misura. «Abbiamo chiesto la revoca della misura cautelare o tutt'alpiù la sua attenuazione e quindi i domiciliari», spiega il legale. 

Per l'avvocato, a essere dirimente è il fatto che Zuccarello, a maggior ragione adesso che è pensionato, non possa in alcun modo né reiterare il reato né inquinare eventuali prove. «L'indagine si basa molto su acquisizioni di documenti già sequestrati dalla polizia giudiziaria e sulle intercettazioni, quindi nessun inquinamento sarebbe possibile», afferma Grippaldi. Che poi, in merito alle vicende contestate, chiosa: «Non ci si è soffermati sull'esistenza o meno dei gravi indizi di colpevolezza, avremo tempo per farlo e replicare alle accuse della procura».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×