Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Teatro, prima nazionale di Decadenze allo Stabile
Il regista: «Le corna saranno al centro della scena»

Lo spettacolo - di Steven Berkoff prodotto da MezzAria - è uno dei tre vincitori del premio Catania premia Catania. Protagonisti gli attori Alice Sgroi e Francesco Bernava che interpreteranno quattro personaggi della società inglese degli anni '70

Alessia Sapienza

Debutterà in prima nazionale sabato 20 novembre, nella nuovissima sala Futura del teatro Stabile di Catania, Decadenze di Steven Berkoff, prodotto da MezzAria. Lo spettacolo è uno dei tre vincitori del premio Catania premia Catania, il bando pubblicato dall'ente catanese, a luglio 2020, con l’intenzione di portare in scena le opere vincitrici in autunno. Le restrizioni imposte a causa della pandemia e la conseguente chiusura dei teatri dello scorso anno hanno impedito che si completasse il progetto, che ora finalmente si conclude con le tre rappresentazioni che aprono a tutti gli effetti la programmazione fuori abbonamento della sala Futura. 

«Quando abbiamo deciso di partecipare al bando - dichiara il regista Giovanni Arezzo intervenuto all'interno del programma Tuttaposto in onda sulle frequenze di Radio Fantastica-RMB – non abbiamo avuto dubbi in merito allo spettacolo da scegliere perché Decadenze, da subito, era quello che ci convinceva più di tutti. Immediata è stata anche la scelta degli attori. Miei compagni di viaggio in questa meravigliosa avventura sono Alice Sgroi e Francesco Bernava che, in un gioco di deliri visivi e acustici, di frenesia e silenzi, si sdoppiano e interpretano, da soli, i quattro personaggi». 

Protagonisti del palco saranno due donne e due uomini: Helen, Steve, Les e Sybil. La storia si svolge nel lussuoso open space dell'attico di Helen, l'amante di Steve. L'uomo è spostato con Sybil che, per smascherare il tradimento del marito, manda Les, il suo amante, a pedinarlo. «Le corna saranno al centro della scena – conclude Arezzo - Questi tradimenti incrociati, sono semplicemente un pretesto che coglie Berkoff per rappresentare in maniera profonda e spietata la società inglese degli anni '70. Il testo è stato scritto nel 1981, ma, ancora oggi, è attualissimo. I personaggi rappresentati c'erano nell' Inghilterra di più di 40 anni fa, ma sono presenti anche oggi in Italia». A fare da sfondo alle relazioni tra i personaggi saranno le musiche originali di Orazio Magrì, i costumi di Grazia Cassetti e il disegno di luci di Simone Raimondo.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×