Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Per il Catania altra beffa nei minuti finali della partita
Etnei sconfitti 3-2 a Taranto. Ancora in rete Luca Moro

Altri punti persi per gli etnei guidati da Francesco Baldini. Da rivedere il pacchetto arretrato, in particolare nella terza marcatura dei pugliesi. Prossimo impegno contro il Potenza senza dimenticare la complicata situazione societaria

Antonio Costa

Foto di: Calcio Catania

Foto di: Calcio Catania

La seconda beffa consecutiva e altri punti persi a tempo scaduto, sempre al 93esimo, proprio come avvenuto sette giorni fa contro il Foggia. Il Catania torna a mani vuote da Taranto, perdendo 3-2 quando sembrava certo del pareggio. I minuti di recupero sono ormai un problema acclarato per i rossazzurri, che senza le distrazioni dopo il novantesimo avrebbero almeno quattro o cinque punti in più in classifica, se si considerano anche quelli persi per strada a un passo dal fischio finale contro Bari, Avellino e Campobasso.

La formazione di Francesco Baldini torna dalla Puglia con delle conferme, a partire dall’ineguagliabile contributo di Luca Moro, ancora una volta bravo a procurarsi e realizzare quel rigore che aveva permesso al Catania di agguantare il 2-2 dopo essere andato sotto di due reti.
Per il bomber rossazzurro la quattordicesima rete in campionato in dodici gare disputate, con una media realizzativa di un goal ogni sessanta minuti giocati.

Conferme negative invece per la difesa, poiché tutti i goal subìti dagli etnei erano certamente evitabili e soprattutto il terzo dimostra come le distrazioni del pacchetto arretrato non diano scuse al Catania, che ha gettato al vento l’occasione di tornare a fare punti. Una sconfitta che arriva al termine di una delle settimane più difficili dei settantacinque anni di storia della società rossazzurra, che Izco e compagni hanno fatto di tutto per lasciare fuori dal campo.

Una delle note liete è sicuramente il ritorno al goal di Leon Sipos, che si è finalmente sbloccato dopo settimane di astinenza. Un segnale positivo, che il Catania cercherà di cogliere in vista della sfida interna di sabato prossimo contro il Potenza, nella settimana in cui Sigi proverà a dare una concreta accelerata nelle interlocuzioni con il fondo estero interessato all’acquisto del club.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×