Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Etna, soccorritore morto per malore nella bufera
Era impegnato nel salvataggio di un escursionista

Il 47enne Salvatore Laudani è deceduto mentre era impegnato in una complessa attività di soccorso di un escursionista che era finito in un canalone e si era fratturato una gamba nella zona della Valle del Bove

Redazione

È morto per un malore il tecnico del soccorso alpino e speleologico Salvatore Laudani. Il 47enne è deceduto mentre era impegnato in una complessa attività di soccorso di un escursionista che era finito in un canalone e si era fratturato una gamba a quota 2.300 metri sul versante sud-est dell’Etna, nella zona della Valle del Bove, nella cresta chiamata Schiena dell'Asino

La prima squadra, composta da tecnici del Soccorso alpino e militari del Soccorso alpino della guardia di finanza (Sagf), ha raggiunto l’area di intervento dopo una faticosa risalita a piedi dal versante etneo meridionale, orientandosi con difficoltà nella nebbia e nella bufera. Dopo avere prestato le prime cure e avere caricato l’uomo in una barella a spalla, la squadra ha risalito un ripido dislivello di circa 150 metri per riportare il ferito sulla cresta e ha intrapreso le procedure per il trasporto a valle. Nel frattempo, sono arrivate sul posto le altre squadre per aiutare nelle operazioni di trasporto per tentare di raggiungere la strada provinciale 92, che scende dal Rifugio Sapienza

Nel frattempo, le condizioni climatiche sono drasticamente peggiorate, con un incremento della velocità del vento, della nebbia e del turbinio della neve, mista a grandine e pioggia. L’attenzione dei soccorritori è stata dedicata alle condizioni dell'uomo trasportato in barella, mentre altri prestavano aiuto ai compagni, alcuni dei quali in progressiva difficoltà per i gravi sforzi e per la situazione estrema del meteo. Intanto è stato concordato con la centrale operativa del 118 di Catania l’invio di ambulanze medicalizzate in zona di intervento. Le operazioni di soccorso, iniziate intorno alle 11.30 si sono concluse per il ferito verso le 19.30, quando è arrivata l’ambulanza. 

Alcune squadre del Soccorso alpino, a quell'ora, stavano ancora tentando di raggiungere il luogo di rientro, procedendo nella bufera al buio. Tra questi anche Salvatore Laudani ha accusato un malore che gli ha impedito di proseguire. Alle ore 00.45 sulla Sp 92, dove erano in sosta anche le ambulanze medicalizzate, sono rientrate tutte le squadre. Laudani, disteso su una barella, per l'ultimo tratto di strada è stato portato a bordo di un mezzo fuoristrada. Affidato alle cure dei sanitari, il decesso è stato constatato intorno all'1 di notte. «Il Soccorso alpino e speleologico dell’intera Italia è profondamente colpito dal lutto e si stringe intorno alla famiglia di Salvatore Laudani, alla quale esprime il suo cordoglio più profondo», si legge nel comunicato.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×