Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Dal 41 bis chiede a giudice di allontanare figlio dal quartiere
«Lui non mi deve considerare come un mito ma un fallimento»

Il presidente per il tribunale dei Minori di Catania ha raccontato il colloquio avuto con un boss catanese. «È necessario un lavoro costante per accompagnare i giovani in un contesto scolastico e lavorativo», racconta

Redazione

«Dottore, la prego, tenga lontano mio figlio da quel maledetto quartiere». Lo ha detto un boss detenuto al 41bis al presidente del tribunale dei Minori di Catania, Roberto Di Bella, durante un colloquio previsto dalla legge per l'allontanamento dal ragazzo dalla Sicilia per affidarlo a una comunità protetta fuori dall'isola. 

Da quanto ricostruito da Repubblica Palermo, il figlio 14enne, primogenito del boss, si era già candidato a prendere il posto del padre nell'organizzazione. Adesso è lontano da Catania, impegnato nel progetto Liberi di scegliere. Il padre, dopo il colloquio,  ha mandato una lettera con cui invita il figlio a rispettare «tutte le indicazioni che ti danno in comunità. E, soprattutto, non mi considerare un mito ma un fallimento». A raccontare la vicenda è stato proprio il presidente Di Bella: «Durante il colloquio, mi ha parlato della sua sofferenza - ha detto Di Bella - mi ha raccontato del dolore che prova nel non potere abbracciare i suoi figli, che può incontrarli esclusivamente dietro al vetro blindato del 41 bis». 

Di Bella ha proposto al figlio del detenuto un progetto educativo: «A Catania si sono fatte avanti anche due madri - rivela Di Bella - erano rimaste destinatarie di misure cautelari. Hanno chiesto di essere aiutate ad abbandonare insieme ai figli i contesti di origine. Così è scattato il protocollo Liberi di scegliere, che prevede un percorso di accompagnamento e sostegno da parte dell'associazione Libera, per un nuovo inserimento, anche lavorativo». Per il presidente Di Bella «è importante fare un lavoro costante sul territorio insieme istituzioni e società civile partendo dalla scuola e dal tempo prolungato - ha concluso Di Bella - Visto che nella Città metropolitana di Catania la dispersione scolastica ha livelli preoccupanti, arrivando al 22 per cento dei minorenni fra i 6 e i 16 anni». Per questo ha messo in moto l'iter per una nuova iniziativa: chi non manda i figli a scuola perderà il reddito di cittadinanza e altri sussidi legati alla scolarizzazione. Il Tribunale ha già fatto le prime segnalazioni all'Inps.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×