Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Anthony Bivona, la raccolta fondi per sostenere la famiglia
La polizia tedesca ha riaperto le indagini. «Serve l'autopsia»

Un appello su GoFundMe per un aiuto per le spese legali e un'interrogazione all'Ars per chiedere alla Regione di accogliere le istanze dei familiari e portarle al governo nazionale che ha già affrontato la vicenda nel question time. «La giustizia deve fare luce sul caso»

Marta Silvestre

«Ho bisogno che la giustizia italiana faccia luce sulla morte di mio fratello in Germania». È con queste parole che Grazia Bivona, una delle sorelle di Anthony - il 24enne di Adrano trovato morto nella tromba delle scale della palazzina dell'appartamento preso in affitto a Darmstadt in Germania il 18 luglio - ha lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe (raggiungibile a questo link: https://gf.me/v/c/4srp/giustizia-e-verit-per-anthony-bivona) per affrontare le spese legali necessarie per andare in fondo alla vicenda che le autorità tedesche avrebbero già archiviato come suicidio. Una ipotesi a cui amici e familiari non hanno mai creduto anche perché «ci sono troppe cose che non tornano», hanno raccontato a MeridioNews

Mamma Antonella, papà Giuseppe e le sorelle Mary e Grazia hanno chiesto alla procura di Roma (competente perché un eventuale reato sarebbe stato compiuto fuori dai confini nazionali) la riesumazione del cadavere del giovane per potere fare l'autopsia. «Abbiamo il numero del procedimento e anche il nome del pubblico ministero romano che se ne sta occupando - spiega a questo giornale l'avvocato Francesco Messina che assiste i familiari di Anthony - ma stiamo ancora aspettando che ci rispondano in merito alla nostra richiesta di potere effettuare l'esame autoptico sul corpo del ragazzo. Nel frattempo - aggiunge il legale - noi abbiamo già scelto i nostri consulenti di parte che potrebbero partecipare». Da Roma, intanto, hanno delegato il nucleo investigativo di Catania di sentire i parenti del 24enne per raccogliere le incongruenze che hanno rilevato. «I familiari sono già stati ascoltati e, adesso, io ho già prenotato tramite email un appuntamento con il pubblico ministero della procura di Roma. In questi giorni - dice l'avvocato Messina - anche il console generale italiano ha fatto sentire la sua vicinanza alla famiglia e ci ha assicurato che sta monitorando le attività di polizia in Germania». Che, intanto, ha riaperto le indagini. 

Durante il question time del 10 novembre, alla Camera dei deputati è stata affrontata la vicenda della morte del giovane adranita, ripercorrendo le tappe per come è stato possibile ricostruirle finora. In quella occasione, è stato formalmente chiesto al ministro degli Esteri Luigi di Maio e alla ministra della Giustizia Marta Cartabia di farsi portavoce nelle sedi diplomatiche tedesche affinché possano essere riaperte le indagini per accertare la verità sulle cause della morte di Bivona. Intanto, anche all'Ars è arrivata un'interrogazione - il cui primo firmatario è il deputato di Popolari e autonomisti Totò Lentini - per «iniziative urgenti per l'accertamento della verità sulla prematura scomparsa del giovane adranita». Nell'interrogazione si chiede al governo della Regione di «accogliere le istanze di verità e giustizia reclamate dalla famiglia facendosi promotore presso il Governo nazionale della richiesta di riapertura del caso Bivona, anche a tutela delle centinaia di ragazze e ragazzi siciliani costretti a emigrare alla ricerca di un futuro migliore , ma che rimangono sempre figli della nostra terra». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×