Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Siciliani, albanesi e maltesi associati per spacciare droga
Sequestrati oltre 430 chili di cocaina, hashish e marijuana

Le indagini portate avanti dai finanzieri nell'ambito dell'operazione denominata La Vallette hanno portato in carcere quindici persone. Una sedicesima è sottoposta all'obbligo di dimora. Guarda il video

Redazione

Una strutturata associazione per delinquere, composta da ragusani, albanesi e maltesi, è ritenuta responsabile del traffico e dello spaccio di cocaina, hashish e marijuana. Le sostanze dopo essere state illecitamente acquistate in Albania, Puglia e Calabria e venivano rivendute in Sicilia, Lombardia e a Malta. È quanto emerge dalle indagini dei finanzieri del comando provinciale di Catania, con il supporto dei colleghi Ragusa e dello Scico, che hanno dato esecuzione in Sicilia e in Calabria (nelle quattro province di Catania, Ragusa, Siracusa e Reggio Calabria) a un’ordinanza con cui il gip ha disposto misure cautelari nei confronti di 16 persone

Le indagini nell'ambito dell'operazione denominata La Vallette hanno consentito di delineare i ruoli nell’ambito del gruppo criminale. Stando a quanto ricostruito finora, Rosario Amico è gravemente indiziato di essere il promotore dell’associazione. Per l'organizzazione si sarebbe avvalso del contributo di Pietro Sessa e Lucia Amenia, che lo avrebbero coadiuvavano nel reperimento e nell’acquisto della sostanza stupefacente; Eriseld, Ledi e Emiljano Hoxhaji venivano ritenuti gravemente indiziati di essere i fornitori stabili della sostanza stupefacente di tipo marijuana, che si procuravano in Albania e cedevano al citato Rosario Amico il quale, con gli altri sodali, si sarebbe occupato di rivendere la sostanza a John Spiteri, operante a Malta.

I calabresi Alessandro e Giuseppe Agostino, insieme ad Antonio Bevilacqua, sono ritenuti gravemente indiziati di essere stabili fornitori - in alcune circostanze coadiuvati anche da Salvatore Agostino e Rocco Bevilacqua - di cocaina, marijuana e hashish, che sarebbe stata trasportata dalla Calabria e ceduta, in ingenti quantitativi, a Rosario Amico. Roberto Melgi è gravemente indiziato di essere stato uno stabile acquirente di tipo cocaina, che avrebbe rivenduto nelle province di Milano e Monza. Durante le indagini, sono stati sequestrati 430 chili di cocaina, hashish e marijuana in nove interventi in provincia di Catania e Ragusa che hanno portato all’arresto in flagranza di reato di 13 soggetti. 

Persone sottoposte alla custodia cautelare in carcere:
1) Alessandro Agostino;
2) Giuseppe Agostino;
3) Salvatore Agostino;
4) Rosario Amico;
5) Lucia Armenia
6) Antonio Bevilacqua;
7) Rocco Bevilacqua;
8) Antonio Salvatore Commisso;
9) Fatjon Cuca;
10) Emiliano Hoxhaji;
11) Eriseld Hoxhaji;
12) Ledi Hoxhaji;
13) Roberto Melfi;
14) Pietro Sessa;
15) John Spiteri.

Obbligo di dimora nel comune di residenza con obbligo di presentazione alla polizia nei confronti di Antonina Avveduto, senza precedenti penali e gravemente indiziata solo in ordine al trasporto, in una circostanza, di sostanza stupefacente. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×