Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Quando l'analfabetismo digitale blocca anche l'occupazione
«Formazione e tecnologie semplici contro Medioevo online»

Quando è nata nel 2011, l'idea della start-up etnea Flazio.com era proprio facilitare l'accesso delle imprese al web. Obiettivo oggi indicato anche nei fondi europei del Pnrr, «per la trasformazione economica e sociale del Paese», spiega il fondatore Flavio Fazio

L’innovazione digitale influenza tutti i settori economici della società. Non tutte le persone, però, sono abituate a usare i diversi device in commercio a causa anche di una scarsa conoscenza delle tecnologie informatiche. «Eppure, come sancito dallo stesso Pnrr (il piano nazionale di ripresa e resilienza, ndr), l’alfabetizzazione digitale e l’utilizzo di tecnologie digitali sono strumenti indispensabili per la trasformazione economica e sociale del nostro Paese», spiega Flavio Fazio fondatore e ceo di Flazio, una piattaforma no code che consente di realizzare e gestire in autonomia i siti web in modo semplice e autonomo, anche senza avere competenze informatiche. Del resto, l'azienda - nata nel 2011 all'ombra dell'Etna - ha sempre avuto proprio questo obiettivo: rendere più democratiche le competenze tecniche che permettono alle aziende di stare su internet.

Quella che ha visto la luce come una delle prime start-up siciliane è una piattaforma con tutti gli strumenti necessari per gli utenti - anche quelli non proprio nativi informatici - che hanno l'esigenza o vogliono affacciarsi al mondo del web oppure che intendono approcciarsi alla vendita online. «Anche perché - sottolinea Flazio - non si può parlare di economia e sviluppo senza parlare di digitalizzazione». Eppure, in questo senso, sono ancora molti i passi da fare. «La strada è lunga e in salita, come emerge anche dall’edizione 2021 del Desi (il report annuale sullo stato di salute digitale dei Paesi europei, ndr) che è stata pubblicato qualche giorno fa: l'Italia - spiega il Ceo di Flazio - è finalmente riuscita a superare lo stallo e a scalare la classifica per quanto riguarda l’integrazione da parte delle imprese di tecnologie digitali, ma le prestazioni restano molto deboli in altre aree». 

Il nostro Paese si colloca infatti al 25esimo posto per capitale umano: solo il 42 per cento delle persone possiede competenze digitali di base (contro la media Ue del 56 per cento) e solo il 22 per cento dispone di competenze digitali superiori a quelle di base (31 per cento in Europa). «E soltanto l’1,3 per cento dei laureati italiani ha scelto discipline nell'ambito delle tecnologie per l'informazione e la comunicazione. Insomma - commenta Fazio - ci troviamo di fronte a un enorme problema di analfabetismo digitale  con forti ripercussioni sia sulla crescita economica del Paese che sul piano culturale. Basti pensare - sottolinea - a quanto questo contribuisca al fenomeno delle fake news. Il rischio - avverte - è quello di piombare in un una sorta di Medioevo digitale con ripercussioni inesorabili sul gap tecnologico con il resto degli Stati all’avanguardia». 

Per provare a invertire la rotta, un ruolo fondamentale lo giocano le scuole che dovrebbero avere cura anche dell'educazione digitale dei ragazzi. «Ma è fondamentale incentivare l’utilizzo di tecnologie che siano alla portata di tutti, in modo da facilitare e semplificare il processo di alfabetizzazione digitale», afferma il fondatore di Flazio.com, la prima soluzione italiana no code per la realizzazione di siti web e siti e-commerce che permette a chiunque, anche a chi non ha nessuna conoscenza di programmazione, di gestire la propria presenza online. «Uno dei nostri obiettivi - ci tiene a precisare il ceo di Flazio - è trasformare i cittadini in quelli che Gartner (la società per azioni multinazionale che si occupa di consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo della tecnologia dell'informazione, ndr) ha definito come citizen developer», ovvero utenti finali in grado di sviluppare applicazioni utilizzando ambienti di sviluppo pur operando al di fuori di essi. L'obiettivo di Flazio è mettere tutti nelle condizioni di creare prodotti digitali, dai siti web ai siti e-commerce, dalle piattaforme a interi applicativi software. «Perché questo - conclude Flazio - si traduce in un impulso positivo nei confronti di nuove iniziative imprenditoriali nel settore digitale, riduce la disoccupazione giovanile e il rischio di fallimento di nuovi progetti imprenditoriali».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×