Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Donna uccisa a Lineri, oggi è prevista l'autopsia sul corpo
L'uomo ricercato «prima di sparare l'ha chiamata per nome»

Continuano le ricerche dell'indagato per il delitto di Giovanna Cantarero, la 27enne ammazzata a Misterbianco. Si tratta di un uomo con cui la vittima avrebbe avuto un rapporto «burrascoso», fatto di «litigi quotidiani» che lei però non avrebbe mai denunciato

Redazione

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Oggi è prevista l'autopsia sul corpo di Giovanna Cantarero, per tutti Jenny. La 27enne uccisa a colpi di pistola nella frazione di Lineri di Misterbianco la sera di venerdì davanti al panificio-pasticceria da cui era appena uscita dopo avere finito il turno di lavoro. E, intanto, proseguono le ricerche dell'indagato che sarebbe un uomo con cui la vittima avrebbe avuto una relazione definita «burrascosa» e che si è reso irreperibile già dalla notte del delitto. 

Procura e carabinieri continuano a indagare per ricostruire la dinamica e il movente di quanto accaduto e per arrivare a individuare l'autore. Ed è già stata ascoltata a lungo la testimone oculare che ha assistito alle fasi dell'omicidio, una collega che si trovava insieme alla 27enne fuori dall'attività commerciale all'angolo tra via Allende e via Alfredo Nobel. Stando a quanto ricostruito finora, Cantarero sarebbe stata avvicinata da un uomo che l'avrebbe chiamata per nome. A bordo di un mezzo a due ruote - forse uno scooter - e con il volto coperto, le avrebbe puntato la pistola alla testa e avrebbe poi premuto ripetutamente il grilletto a una distanza ravvicinata. Tre colpi, di cui uno che avrebbe colpito al volto la ragazza. Cantarero si è accasciata facendo cadere sull'asfalto bagnato dalla pioggia anche il sacchetto con il pane che teneva in mano.

Sull'identità del killer la testimone non ha saputo fornire dettagli utili alle indagini. Gli investigatori hanno già sentito anche parenti e amici della vittima e, sin da subito, hanno privilegiato la pista della vita privata e delle relazioni sentimentali della vittima che lascia anche una figlia piccola avuta da una relazione precedente. Nonostante diverse persone della cerchia di parentele e amicizie della vittima abbiano parlato di «litigi quasi quotidiani» con l'ultimo compagno, non risulta che lei lo avesse mai denunciato.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×