Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Arriva il giorno del derby tra Calcio Catania e Palermo
Tanti cambiamenti dall'ultima sfida vinta 1-0 dai rosanero

Attesa finita e alle 14.30, allo stadio Angelo Massimino, il fischio d'inizio. Ambizioni di classifica totalmente diverse con i rosa che cercano di accorciare il divario dal Bari. Per gli uomini di Baldini si punta ai play-off senza dimenticare le questioni societarie 

Antonio Costa

Una sfida attesa da mesi e che torna in un momento vissuto in modo totalmente differente dalle due squadre. Il derby calcistico tra Catania e Palermo non è mai banale, persino quando è accompagnato da fattori che nulla c’entrano con il campo, come nel caso dei rossazzurri sempre alle prese con i noti problemi societari. Per novanta minuti più recupero però anche la formazione etnea potrà rivolgere il pensiero solo a questa partita, che alle 14:30 vedrà opposte le due squadre nella cornice dello stadio Angelo Massimino

L’ultimo precedente non sorride al Catania, che nello scorso campionato perse in casa 1-0 pur giocando con un uomo in più per oltre un’ora. Una sfida che decretò l’inizio del declino dell’ex tecnico rossazzurro, Giuseppe Raffaele, sostituito poche settimane dopo da quel Francesco Baldini che ancora oggi guida il Catania ed è diventato un punto di riferimento per i suoi giocatori. Ambizioni di classifica totalmente diverse per le due squadre, almeno per il momento, con i rosanero che partono dal secondo posto con 32 punti e puntano ad accorciare il divario dal Bari capolista, distante cinque lunghezze. Per il Catania, dodicesimo a quota 20, l’obiettivo è certamente quello di rientrare tra le prime dieci, per continuare a inseguire i playoff che ovviamente non dipendono solo dai risultati del campo. 

Per i giocatori rossazzurri una piccola iniezione di fiducia è arrivata venerdì con il pagamento degli stipendi di ottobre, giunto con sei giorni di anticipo rispetto al termine del 16 dicembre, entro il quale dovrà comunque arrivare anche il saldo degli emolumenti di novembre e che potrebbe comunque non bastare a convincere il tribunale a non decretare il fallimento del club cinque giorni dopo. Per battere il Palermo Baldini dovrà quindi schierare il miglior undici possibile sia a livello fisico che mentale e per questo scioglierà solo in extremis gli ultimi dubbi di formazione, legati alla scelta del compagno di reparto di Moro e Russini in attacco e di quello di Maldonado e Greco in mediana. Idee abbastanza chiare invece per Filippi, orientato a schierare Marconi al centro della difesa e l’ex Dall’Oglio a centrocampo al fianco dell’altra vecchia conoscenza rossazzurra, Odjer.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×