Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, asfalto devastato dalle buche sulla Sp 139
«Cosa deve accadere perché qualcuno intervenga?»

Il tratto stradale in questione è percorso sia da automobilisti ma anche dagli agricoltori della zona per raggiungere i terreni vicini. Gli utenti adesso fanno appello all'ex provincia, a cui spetta la competenza:

Salvatore Caruso

«Siamo costretti a percorrere una strada che mette in pericolo la nostra incolumità e quella degli altri automobilisti. Non è possibile che dopo diverse settimane nessun ente intervenga per mettere in sicurezza i punti». A descrivere lo scenario a MeridioNews sono alcuni proprietari di fondi agricoli nonché agricoltori che quasi quotidianamente usufruiscono la strada provinciale 139 - una delle arterie che collega il centro abitato di Paternò con la Piana di Catania - per recarsi nelle campagne a lavorare. Cosi alcuni utenti della Sp 139 hanno testimoniato le condizioni di degrado e di pericolosità dell'arteria stradale, in particolare il tratto che ricade in contrada San Marco. 

La strada è stata danneggiata dalle abbondanti piogge di fine ottobre che hanno trasformato le arterie viarie in veri e propri fiumi, spazzando diversi centinaia di metri d’asfalto. «La situazione è davvero critica – dicono gli utenti della provinciale - la Città metropolitana di Catania, su cui ricade la competenza sulla strada, inizialmente ha piazzato al centro della carreggiata dei new-jersey in plastica per segnalare il pericolo. Dopodiché nulla è stato fatto: anzi, le piogge delle scorse settimane hanno aggravato le criticità. Non si comprende cosa aspetta la Città metropolitana per intervenire prima che si possa registrare qualcosa di irreparabile». 

A questo giornale, l’assessore comunale ai lavori pubblici Luigi Gulisano ha specificato che il problema sarebbe in via di risoluzione. «Anche se non è di nostra competenza - ha detto Gulisano - abbiamo raccolto le lamentele e le preoccupazioni di tante persone non solo residenti a Paternò, che per motivi vari transitano su quella strada. Abbiamo avuto modo di interloquire con gli uffici della ex provincia di Catania  - prosegue il componente della giunta guidata dal primo cittadino Nino Naso - Ci è stato assicurato che da giovedì 16 dicembre inizieranno i lavori di messa in sicurezza». In particolare «a meno di sorprese dell’ultima ora, giovedì mattina, dopo tutti gli iter burocratici che si sono susseguiti e dopo la gara d’appalto già espletata, saranno consegnati all’impresa aggiudicataria i lavori di rifacimento della Sp 139.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×