Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Estorsione per comprare panettoni per i Santapaola
Nell'Acese è alta l'attenzione per il pizzo natalizio

A Salvatore Indelicato - già condannato in primo grado a sei anni nel processo Aquilia - e Sebastian Spina gli investigatori sono arrivati lavorando a un altro caso, partito dalla denuncia di una vittima. Questo è uno dei periodi in cui le cosche si muovono di più

Simone Olivelli

Foto di: diegods72

Foto di: diegods72

C'era da comprare i panettoni per tutti e, per questo, bisognava pagare. Questa la motivazione con cui un 51enne e un 34enne si sono presentati dal titolare di un negozio ad Acireale chiedendo un pizzo da duemila euro. I due, Salvatore Indelicato - detto 'u Spiddu - e Sebastian Rosario Spina, sono stati arrestati ieri dalla polizia con l'accusa di tentata estorsione aggravata dall'avere agito nell'interesse del gruppo acese legato alla famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano. I fatti al centro dell'indagine risalgono a novembre scorso. Indelicato e Spina avrebbero avvicinato la vittima, facendo presente l'esigenza di pagare e proponendo la possibilità di rateizzare l'importo ma con la consapevolezza che bisognava saldare anche presunti arretrati. Tuttavia, si sarebbe trattato di dazioni mai chieste in precedenza e, quindi, di una nuova vittima da sottoporre a un pizzo che non era stato possibile chiedere prima.

Tra i due arrestati, la figura di maggiore spicco è Salvatore Indelicato. L'uomo, infatti, vanta già condanne, l'ultima delle quali risalente alla primavera del 2020, quando fu giudicato colpevole di estorsioni e tentate estorsioni confluite nel processo Aquilia. Il procedimento che ha portato anche alla condanna per concorso esterno dell'ex deputato regionale ed ex sindaco di Aci Catena Pippo Nicotra. Stando a quanto appreso da MeridioNews, l'attività investigativa si è mossa partendo da un altro caso di denuncia del pizzo. In queste settimane, l'attenzione nel comprensorio acese è particolarmente alta: quello di Natale, infatti, così come Pasqua e spesso Ferragosto, è uno dei momenti dell'anno in cui le cosche mafiose riscuotono a tappeto le estorsioni. Il fatto era già emerso proprio nell'inchiesta Aquilia, dove è stata svelata la pervasività dell'azione della famiglia Santapaola-Ercolano sul tessuto economico di Acireale e Aci Catena.

In quel processo, Indelicato - conosciuto negli ambienti criminali come Turi 'u Spiddu - ha dovuto rispondere di fatti accaduti anche oltre un decennio fa. L'arresto di ieri, in tal senso, è interpretato dagli inquirenti come prova che l'uomo - attualmente in libertà ma sottoposto a misura di sorveglianza - abbia proseguito nelle attività criminali. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto la misura cautelare nel carcere di Bicocca a Catania.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×