Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, i dettagli del bando di vendita del club
Tribunale decide di portare la base d'asta a un milione

La scadenza per le offerte è stata fissata a mezzogiorno dell'11 febbraio. A portare a innalzare la soglia da cui si partirà potrebbero essere state le perizie sullo stato patrimoniale del club. Attesa per chi si farà avanti

Antonio Costa

La notizia attesa da giorni dall’ambiente rossazzurro è arrivata. Il bando di vendita del Calcio Catania è stato pubblicato dal tribunale nel pomeriggio di oggi e prevede un’asta senza incanto. La base d’asta sarà di un milione di euro e il termine ultimo per presentare le offerte è stato fissato per le ore 12 dell’11 febbraio 2022, con udienza in programma quattro ore dopo. C’è quindi una forbice di 400mila euro in più rispetto ai 600mila inizialmente previsti in base all’interpretazione della sentenza di fallimento, probabilmente in relazione alle perizie sullo stato patrimoniale del club presentate una ventina di giorni fa dai consulenti del tribunale, due dei quali hanno assunto l’incarico di curatori dopo la dichiarazione di fallimento del Calcio Catania dello scorso 22 dicembre.

Dovrà essere di un milione di euro l’offerta minima di chi vorrà provare a diventare il nuovo proprietario della società rossazzurra. La proposta potrà essere presentata solo in modalità telematica e dovrà garantire un deposito cauzionale non inferiore al 25 per cento del prezzo offerto, con rialzo minimo di cinquantamila euro in caso di gara. Come indicano le condizioni generali del bando, la cessione all’asta comprende il ramo aziendale calcistico di pertinenza del Calcio Catania SpA, i diritti pluriennali sulle prestazioni dei calciatori, la struttura e l’organizzazione del settore giovanile del club. Vi rientrano poi anche le immobilizzazioni materiali individuate dai curatori, gli indumenti della squadra, la merce dello store ufficiale della società rossazzurra, targhe, coppe e trofei conquistati nel tempo e due marchi registrati.

Da adesso parte ufficialmente la ricerca del nuovo patron del Catania, con i tifosi che fino a questo momento si interrogano sul gruppo milanese accostato da tempo ai colori rossazzurri, senza tralasciare i possibili ritorni di fiamma dell’ex presidente degli etnei, Riccardo Gaucci, e di Joe Tacopina, che nelle scorse ore ha dichiarato di essere intenzionato a cercare investitori per il club pur non volendo lasciare la Spal, di sua proprietà dall’inizio della stagione. Il conto alla rovescia è iniziato. Tra un mese si potrebbe conoscere il nuovo proprietario del Catania.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×