Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, arrestati per estorsione a un imprenditore
Uomo fermato dalla polizia dopo aver preso i soldi

L'operazione era scattata lo scorso 7 gennaio, quando Francesco Lombardo è stato arrestato a Santa Maria di Licodia, trovato in possesso della somma di denaro. Due affiliati del clan si erano resi irreperibili. Fondamentale la denuncia. Guarda le foto

Redazione

Il blitz della polizia, come anticipato da MeridioNews, era partito nel pomeriggio dello scorso 7 gennaio ad Adrano, con i primi arresti. A finire nel mirino della direzione distrettuale è stato Francesco Lombardo, pregiudicato di 42 anni, arrestato in flagranza di reato, accusato di estorsione pluriaggravata anche da metodo e finalità mafiose. Con lui sono stati tratti in arresto Antonino Bua, Francesco Celeste, Cristian Lo Cicero, Agatino Lo Cicero, Maurizio Montalto e Dario Scalisi. Mentre Giuseppe David Costa e Giuseppe Viaggio sono stati arrestati lo scorso 9 gennaio, dopo essersi resi irreperibili.

Giuseppe Viaggio

Giuseppe David Costa

Dario Scalisi

Francesco Lombardo

Maurizio Montalto

Cristian Lo Cicero

Francesco Celeste

Agatino Lo Cicero

Antonio Bua

Tutto è partito da Lombardo, che è stato fermato dalla polizia a bordo della propria auto a Santa Maria di Licodia dopo aver ritirato 5mila euro, somma ritenuta provento di estorsione e acconto dei 100mila euro che avrebbe dovuto versare un imprenditore. Dalle indagini era emerso che Lombardo stava andando a consegnare la somma a Lo Cicero, salvo poi essere fermato. I due, già nel mese di dicembre, avevano più volto avanzato la richiesta di estorsione nei confronti dell'imprenditore e della sua famiglia. Alle richieste sono seguite le minacce, di cui veniva messa a conoscenza la polizia. 

Dopo alcuni riscontri, sono scattate le misure cautelari. Anche sulla scorta delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, sono indagati anche di appartenere al clan mafioso capeggiato da Cristian Lo Cicero, un'articolazione del clan Mazzei che sul territorio si sarebbe sempre più imposto a scapito dei Santangelo-Scalisi. Nel corso della perquisizione operata dagli agenti sono stati rinvenuti 91mila euro in possesso di Lo Cicero, che non farebbero parte dell'estorsione citata, ma di altre attività delittuose. Ultimati gli atti di rito, gli indagati sono stati portati nelle carceri di massima sicurezza di Catania-Bicocca, Siracusa e Caltanissetta, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il gip ha applicato a tutti gli indagati la misura cautelare della custodia in carcere.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×