Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, crollo allo Zaccheria di Foggia
I rossazzurri segnano solo il gol della bandiera

Blackout sportivo o gli effetti delle vicende societarie? Il 5-1 subito in campo pugliese non fa bene alla squadra che, a tratti, è apparsa disorientata. Pesano le dimissioni anticipate di Maurizio Pellegrino e l'incertezza sul futuro della società in mano a Mancini

Antonio Costa

Foto di: calciocatania.it

Foto di: calciocatania.it

Un crollo apparentemente inspiegabile, ma che probabilmente è figlio di quanto accaduto in settimana attorno alla squadra di Francesco Baldini, che resta ancora in attesa di avere l'ufficialità sugli ultimi sviluppi societari. Una sconfitta pesante, quella di oggi, per il Catania allo Zaccheria di Foggia, dove nel pomeriggio i rossazzurri sono stati battuti 5-1 dalla formazione di Zeman. Un passivo inclemente, soprattutto perché già al 45' gli etnei erano sotto di cinque reti, in una partita nella quale si sperava di potere continuare il trend di risultati esterni e nella quale ci si è invece dovuti accontentare del gol della bandiera segnato da Greco nella ripresa. Analizzare i motivi della disfatta diventa complicato, ma è facile pensare che l'incubo che si è consumato oggi in Puglia sia stato indirizzato anche dalle ennesime vicende di difficile lettura che hanno riguardato la società nella settimana appena trascorsa. A oggi infatti nulla è trapelato sul rogito notarile attraverso il quale Benedetto Mancini avrebbe dovuto acquisire definitivamente il ramo d'azienda sportivo del Calcio Catania, sulla cui aggiudicazione è arrivata l'ufficialità solo da parte sua e mai dal tribunale, con i curatori fallimentari che di fatto avrebbero concluso l'esercizio provvisorio tre giorni fa.

Probabile che qualcosa si muoverà e verrà comunicato nelle prossime ore, ma l'annuncio dell'imprenditore romano dell'arrivo a Catania di Giorgio Perinetti per luglio, con tanto di stretta di mano immortalata e successiva smentita sugli accordi presi da parte del direttore sportivo laziale, ha contribuito a creare ulteriore confusione. Pesa anche l'annuncio delle dimissioni anticipate di Maurizio Pellegrino da direttore dell'area sportiva della società rossazzurra, dopo i programmi comunicati dallo stesso Benedetto Mancini in merito al suo ruolo futuro. La squadra è apparsa disorientata e risulta davvero complicato ipotizzare che si sia trattato solo di un black-out sportivo, perché qualcosa nella testa dei giocatori non andava proprio, sin da quando sono scesi in campo.

Servirà fare chiarezza già da domani, quindi, per loro e per l'ambiente, che dopo tanta incertezza hanno bisogno di sicurezze una volta per tutte. Una partita storta può capitare a qualunque squadra, soprattutto in una situazione come quella vissuta da tempo dalla formazione rossazzurra, che ovviamente ha le sue responsabilità sul passivo pesante di oggi. Resta di fondamentale importanza però capire cosa ci sia nel futuro del Catania e se il progetto di Benedetto Mancini sia già davvero in fase di costruzione. Ciò sarà necessario soprattutto in vista della sfida di mercoledì sul campo dell'Avellino, dove già mancheranno Greco e Moro, convocati dalla nazionale italiana Under 20, e al Catania servirà almeno avere la garanzia di affrontare la partita con la necessaria serenità.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×