Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania, Comune accelera per farlo ripartire dalla D
«Garantire il prosieguo dell’attività agonistica e federale»

Quattro giorni dopo la decisione del tribunale di cessare l’esercizio provvisorio del club etneo, è arrivata la nota dell'amministrazione comunale sulla decisione di avviare subito la procedura per provare a regalare una nuova identità al calcio cittadino

Antonio Costa

Foto di: calcio catania su Facebook

Foto di: calcio catania su Facebook

L’ambiente rossazzurro è ancora sotto shock per l’estromissione del Catania dal campionato di Serie C, ma la città cerca di reagire e di pensare subito al futuro. Quattro giorni dopo la decisione del tribunale di cessare l’esercizio provvisorio del club etneo, con la conseguente e definitiva cancellazione dai professionisti di ciò che rimaneva dei 75 anni di storia del Catania, è arrivata la comunicazione del Comune sulla decisione di avviare subito la procedura per provare a regalare una nuova identità al calcio cittadino, con la speranza di farlo ripartire su basi solide dalla Serie D.

Con una nota ufficiale partita pochi minuti fa da Palazzo degli elefanti si precisa infatti che «la giunta comunale presieduta da Roberto Bonaccorsi nella seduta di oggi ha deliberato per l’espletamento di tutti gli adempimenti, inclusa una procedura esplorativa volta ad acquisire eventuali manifestazioni di interesse da parte di società sportive candidabili, per l’iscrizione della squadra di calcio della città di Catania al campionato di serie D per la stagione 2022/2023. Il deliberato varato della giunta di Palazzo degli elefanti, su formale proposta dell’assessore allo Sport Sergio Parisi, arriva appena quattro giorni dopo la decisione del Tribunale etneo con cui ha revocato l’affiliazione alla fallita società Calcio Catania Spa, con svincolo del parco tesserati. Avvalendosi delle norme federali che ne danno facoltà, l’amministrazione comunale si è pronunciata per assicurare senza soluzione di continuità, ai tanti appassionati in Italia e nel Mondo della massima espressione calcistica cittadina, il prosieguo dell’attività agonistica e federale di una squadra in rappresentanza della città di Catania».

Il Comune ha poi anticipato quale sarà il prossimo step programmato dalla giunta per bruciare le tappe e cercare di attivare immediatamente l’iter che potrebbe permettere ai colori rossazzurri di ripartire dalla prima serie del calcio dilettantistico: «Il primo atto di questa iniziativa - prosegue la nota - sarà l’invio immediato, entro venerdì, dell’istanza tramite Pec, a firma del sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi per essere autorizzati, ai sensi dell’articolo 52 delle Norme organizzative interne federali (Noif), a iscrivere una società sportiva nel campionato di serie D, rispettando tutte le prescrizioni stabilite». Infine una promessa da parte dello stesso Bonaccorsi: «Una volta ottenuto il via libera dalla Figc - sottolinea - auspichiamo in tempi rapidissimi, promuoveremo una procedura comparativa per scegliere il soggetto che presenti le migliori credenziali, che per quanto ci riguarda, saranno ancora più stringenti sotto il profilo etico e progettuale, di quanto stabilito dalle norme federali».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×