Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Omicidio Calcagno, un video riprende il killer
I carabinieri invitano i cittadini a collaborare

I militari diffondono un filmato e alcuni frame che riprendono l'uomo che ha ucciso il 58enne nel suo podere, a Palagonia. La vittima il 5 ottobre 2016 aveva freddato il consigliere comunale Marco Leonardo all'interno di un bar. Dietro l'agguato ci potrebbe essere un regolamento di conti. Guarda il video

Dario De Luca

Ha un volto, ma non ancora un nome e cognome, il killer di Francesco Calcagno, 58 anni, ucciso il 23 agosto mentre si trovava dentro il suo podere agricolo, nel territorio di Palagonia. L'uomo, di professione bracciante agricolo, era già noto alle cronache giudiziarie per essere accusato dell'omicidio di Marco Leonardo. Il consigliere comunale della cittadina calatiana che era stato freddato il 5 ottobre 2016 all'interno di un bar del centro storico. Nei confronti di Calcagno sarebbe iniziato a breve un processo ma è stato giustiziato prima di potersi presentare in tribunale nell'udienza fissata a novembre. Adesso, a distanza di una settimana, il comando provinciale dei carabinieri di Catania ha diffuso un video e alcuni frame che riprendono alcune delle fase immediatamente precedenti e successive al delitto. Utili, secondo le forze dell'ordine, per riuscire a identificare l'esecutore. Eventuali informazioni potranno essere fornite dai cittadini tramite due numeri telefonici: 0952509227 e 3313767225.

Nel video si vede il bracciante agricolo che apre precipitosamente il cancello del suo podere, prova a scappare e sembra addirittura cadere in mezzo a un cespuglio. Dopo circa tre secondi l'occhio elettronico inquadra il suo killer che lo insegue. L'uomo indossa una tuta sportiva di colore blu, una maglietta nera e un cappellino dello stesso colore. Subito dopo essere entrato spara almeno due colpi di pistola, ma Calcagno è già fuori dall'inquadratura. Il sicario entra nel giardino e viene ripreso nuovamente ma senza il copricapo. In questo passaggio si notano altri particolari: è pelato e la maglietta ha alcune scritte. L'ultima parte del video è quella che filma l'uscita dalla tenuta. Il ricercato viene ripreso di spalle mentre scappa. Gli unici testimoni sono un gatto e un cane

Francesco Calcagno aveva precedenti penali per truffa aggravata ai danni dello Stato e ricettazione, oltre al già menzionato processo per la morte di Leonardo. A trovare il corpo del bracciante agricolo erano stati i suoi familiari. Sabato scorso si è invece svolta l'autopsia, utile anche per capire il numero di colpi che sono stati esplosi. Secondo alcune ipotesi investigative dietro la morte del politico palagonese, arrestato nel 2008 e citato anche nell'informativa dell'inchiesta antimafia Iblis per la sua vicinanza ad alcuni capimafia locali, potrebbe esserci stato un giro di presti a usura o un debito non saldato

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×