Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Myrmex, il Cnr rinuncia ad acquistare i laboratori
I ricercatori: «Qual è il nostro destino lavorativo?»

Il Consiglio nazionale delle ricerche, in una riunione del cda del 5 aprile, ha deliberato di revocare la procedura di acquisizione dell'immobile di proprietà dell'azienda. Troppo costosi la ristrutturazione e l'adattamento, si legge nella nota dell'ente nazionale. «Era la soluzione sbagliata», dicono i sindacati

Marta Silvestre

Foto di: Remax.it

Foto di: Remax.it

Il Cnr ha revocato l'iter della procedura diretta all'acquisto dell'immobile di proprietà della Myrmex, da adibire a sede dell'area di Ricerca di Catania. È un documento ufficiale del Consiglio nazionale delle ricerche a sancire la rinuncia da parte dell'ente di acquisire il laboratorio della zona industriale etnea. L'argomento era stato il punto numero tre dell'ordine del giorno di giovedì 5 aprile del consiglio di amministrazione. Tra i motivi della revoca della delibera del Cnr ci sarebbero gli ingenti costi da sostenere per le spese relative agli oneri di trasloco e sgombero dei locali. «Per poter occupare l’immobile - si legge nella delibera - si rende necessario effettuare degli interventi di ristrutturazione e adattamento il cui costo complessivo, tenuto conto degli oneri di trasloco e sgombero, si stima tra gli sei milioni e 683mila euro e i sette milioni 806mila euro e che la spesa relativa al momento non risulta stanziata nel bilancio. Comunque - continua il documento del cda - dall'adesione alla manifestazione di interesse non deriva alcun obbligo per il Cnr». 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×