Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Scandalo Etna, Russo Morosoli rimane ai domiciliari
Rigettata pure richiesta revoca del sindaco di Bronte

Due delle accuse, sugli appalti del 2016 e del 2018 a Linguaglossa, sono state annullate dal tribunale del Riesame, ma per il patron della funivia resta in vigore la misura cautelare scattata il 30 novembre. Stessa decisione per l'esponente del Pd Graziano Calanna

Redazione

Resta agli arresti domiciliari l'imprenditore Francesco Russo Morosoli, indagato nell'ambito dell'inchiesta Aetna della procura di Catania riguardo gli appalti per la gestione dell'accesso alle zone sommitali del vulcano Etna. Lo ha deciso il Tribunale del riesame che, tuttavia, ha annullato il provvedimento cautelare per due episodi di turbativa d'astauno nel 2016 e l'altro nel 2018, riguardanti gli affidamenti del Comune di Linguaglossa, ma confermando, fra l'altro, i reati contestati per l'appalto del 2017, per l'affidamento dell'edificio di Monte Conca e per l'estorsione a giornalisti dell'emittente televisiva Ultima Tv, di cui il patron della funivia dell'Etna è editore. Il suo dipendente, Simone Lo Grasso, era già stato posto in libertà dal giudice per le indagini preliminari.

I giudici hanno confermato gli arresti domiciliari anche nei confronti del sindaco di Bronte, Graziano Calanna. L'esponente del Pd è indagato per istigazione alla corruzione nell'affidamento di manutenzione e sfruttamento dell'energia elettrica prodotta dall'acquedotto comunale. Non è stata ancora depositata la decisione del Tribunale del riesame sui ricorsi presentati dal dirigente Affari generali del Comune di Linguaglossa, Francesco Barone, ai domiciliari. Nei giorni scorsi il sindaco Salvatore Puglisianche lui indagato, ha revocato il suo incarico dirigenziale affidandolo ad interim al segretario comunale Giuseppe Bartorilla

Davanti al Tribunale del riesame non sono stati ancora discussi gli appelli, presentati dalla procura, contro la decisione del giudice per le indagini preliminari di non accogliere le misure cautelari per altri indagati, ad eccezione del dimissionario commissario del parco dei Nebrodi, nonché capo del Nucleo operativo della Forestale di Catania, Luca Ferlito, e del poliziotto Alessandro Galante

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×