Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, dopo rimpasto vacilla la maggioranza di Naso
C'è malcontento. «Crisi interna che non aiuta la città»

Le nomine degli assessori Vito Rau, Luigi Gulisano e Francesca Chirieleison e la ridistribuzione delle deleghe stanno provocando dei movimenti imprevisti con cui il primo cittadino si trova a dover fare i conti. La giusta quadra non è ancora stata trovata

Salvatore Caruso

Foto di: Salvatore Caruso

Foto di: Salvatore Caruso

Vacilla la maggioranza del sindaco di Paternò Nino Naso. Le recenti nomine degli assessori Vito Rau, Luigi Gulisano e Francesca Chirieleison e la ridistribuzione delle deleghe stanno provocando una serie di malcontenti imprevisti su cui il primo cittadino pare fare fatica a trovare la giusta quadra

A testimoniare la spaccatura dentro la maggioranza ci sarebbero anche le dinamiche durante le ultime due sedute consiliari di giovedì e venerdì sera. Le occasioni in cui due dei neo-eletti assessori avrebbero dovuto lasciare il posto nel civico consesso, dopo avere rassegnato le dimissioni. Al posto di Luigi Gulisano - eletto nella lista Presenti sempre - dovrebbe subentrare Salvatore Malerba; mentre il posto di Francesca Chirieleison - eletta nella lista Nino Naso sindaco - dovrebbe essere occupato da Luca Zingale

Tuttavia la surroga non è stata possibile in nessuna delle le sedute: nella prima per aprire il consiglio era necessario il numero di 13 consiglieri, ma la maggioranza era quasi del tutto assente. Mancavano all'appello in aula, infatti, i consiglieri Rosanna Lauria, Tonino Cunsolo e Roberto Faranda, fedelissimi del vicesindaco Ezio Mannino, che non avrebbero digerito le deleghe assegnate al numero due dell'amministrazione che ne avrebbero ridimensionato il ruolo. Assente anche Barbara Conigliello che, invece, non avrebbe gradito le scelte degli assessori. Non c'erano nemmeno Ionella Rapisarda, Giuseppe Gentile e Salvo Tomasello

Nell’aggiornamento della seduta dell'indomani sera - con la necessità della presenza di otto consiglieri - era del tutto assente l’opposizione. Presenti solo sei consiglieri di maggioranza (Sambataro, Gentile, Sciacca, Giangreco, Marzola, Tomasello). Il consiglio è stato così rinviato a data da destinarsi. Una situazione che ha messo in imbarazzo il presidente Filippo Sambataro: «Mi sono vergognato - ha detto - Le diatribe fanno male al consiglio comunale». È stato poi il consigliere del gruppo misto a parlare di «un sindaco senza più maggioranza» e di «una crisi interna che non aiuta la città». Al termine della seduta, c'è stata una riunione urgente tra i componenti di ciò che resta della maggioranza. All'orizzonte potrebbero esserci sviluppi non favorevoli per il sindaco Naso.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×