Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Concerto abusivo, denunciati 10 cantanti neomelodici
Nel pubblico anche diversi pregiudicati collegati a clan

L'evento si è svolto il 12 ottobre scorso in via Fenga, nel quartiere San Cristoforo. Tra le persone coinvolte c'è anche Agata Arena. Nelle scorse settimane finita sotto i riflettori per una presunta truffa legata al reddito di cittadinanza

Redazione

La questura di Catania, su indagini del commissariato di Librino, ha denunciato tre manager e dieci cantanti neomelodici per reati connessi, direttamente e indirettamente, al concerto che si è tenuto il 12 ottobre scorso nello storico rione San Cristoforo. L'evento, che secondo quanto appreso da MeridioNews si è svolto in via Fenga nei pressi del tondicello della Playa, si è concluso con fuochi pirotecnici abusivi e una strada chiusa al traffico senza autorizzazioni. Tra il pubblico anche diversi pregiudicati collegati alla criminalità organizzata locale.

La star della serata è stata la cantante Agata Arena, nipote del capomafia Giovanni. La donna nelle ultime settimane era già finita nei guai per affissione abusiva di manifesti pubblicitari e truffa aggravata ai danni dello Stato per l'indebita percezione del reddito di cittadinanza. Secondo la procura Arena avrebbe reiterato il reato presentando comunque una nuova domanda. 

Oltre a cantanti e organizzatori altre due persone estranee al concerto sono state denunciate per truffa: avrebbero percepito illegalmente il reddito di cittadinanza. Un 41enne è stato invece indagato per vilipendio nei confronti dei carabinieri per avere postato su Facebook espressioni offensive a commento di un post che riguardava un posto di controllo effettuato dai militari. La polizia ha anche eseguito accertamenti amministrativi sull'affissione di poster e manifesti pubblicitari. Manager, neomelodici e agenti - dopo aver provveduto a oscurare i cartelloni abusivi - sono stati multati con sanzioni amministrative.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews