Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Va in fiamme l'auto del sindaco di Castiglione
Moventi? Gli inquirenti guardano al caos Etna

Intorno alle 20 di ieri, quando è scattato l'allarme, Antonio Camarda e altri componenti dell'amministrazione erano in riunione al Comune. La macchina, parcheggiata di sotto, era già andata a fuoco. Le indagini guardano alla pista politica e alle liti sul vulcano

Francesco Vasta

Una striscia infuocata di carburante attorno alla vettura, una Fiat Bravo. Sarebbe emerso questo dai rilievi di vigili del fuoco e carabinieri intervenuti a Castiglione di Sicilia per spegnere l'incendio dell'auto del sindaco. Antonio Camarda e altri componenti dell'amministrazione si trovavano nella sede provvisoria del Comune, in via Arciprete Calì. La macchina era parcheggiata un po' più in là, in via XXIV maggio, una zona del borgo etneo che tutti definiscono «molto tranquilla, abitata da gente perbene». Ieri, però, intorno alle 20 è scattato l'allarme. Fiamme altissime e quell'ipotesi che acquisisce di ora in ora credibilità: l'incendio sarebbe doloso e legato alla politica.

Antonio Camarda

Antonio Camarda, 44 anni, è sindaco di Castiglione di Sicilia dal giugno 2017. Prima dell'incendio era in riunione con tecnici e amministratori. Il gruppo si è fiondato fuori in pochi secondi, rendendosi conto che l'auto in fiamme era proprio quella del primo cittadino. Il suo mandato, finora, era segnato dai problemi finanziari del piccolo comune fra Etna e Alcantara - solo di recente sono stati pagati gli stipendi dei dipendenti dopo nove mesi d'attesa -  e, soprattutto, dal caos sugli appalti per l'accesso alle quote sommitali dell'Etna. E sull'infinita lite con il Comune di Linguaglossa, alla base del blocco delle escursioni a quota 3000, si starebbero concentrando le attenzioni degli inquirenti.

Sul luogo dell'incendio si sono portati i carabinieri di Randazzo e del nucleo investigativo del comando provinciale catanese, avviando indagini che stanno prendendo spunto dalle prime parole del sindaco. Sui social network iniziano a circolare messaggi di solidarietà da parte di cittadini ed esponenti politici locali: «Un vile e vigliacco atto, tutti ci stringiamo attorno al sindaco Camarda».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×