Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Blitz Sipario, tribunale libertà annulla 416bis per Buda
Restituite due società. L'inchiesta e le ombre del clan

Sotto la lente d'ingrandimento l'uomo ritenuto uno degli elementi di spicco dei Cappello-Bonaccorsi. Nella stessa operazione è stato coinvolto il consigliere di municipalità Mauro Massari, eletto con Forza Italia e poi transitato in Fratelli d'Italia

Redazione

Colpo di scena nella vicenda giudiziaria che riguarda Orazio Buda, l'uomo ritenuto dalla procura di Catania un elemento di spicco del clan Cappello-Bonaccorsi. Buda è finito in manette il 16 marzo scorso nell'operazione Sipario della guardia di finanza. A distanza di qualche settimana il tribunale del riesame ha annullato il capo d'imputazione dell'ordinanza relativo all'accusa di associazione mafiosa, oltre alle aggravanti di avere favorito il clan con le altre presunte condotte delittuose. Buda, difeso dall'avvocato Vito Di Stefano, resta però dietro le sbarre. Nell'ambito della stessa vicenda i giudici hanno disposto la restituzione delle società Royal e Speciale Boy, intestate ad Angela Privitera, Fortunata Toscano e Vincenza Coco, difese dagli avvocati Di Stefano e Sergio Ziccone

Stando ai documenti dell'inchiesta Buda, già finito nei guai nel blitz Prato fiorito, avrebbe allungato i tentacoli in svariate attività commerciali. Il pentito Salvatore Bonaccorsi lo ha bollato come una «macchina da soldi nel settore degli investimenti». Nella medesima indagine è scattata l'iscrizione del registro degli indagati per alcuni vigili urbani, in servizio a Catania, e per il vicepresidente della sesta municipalità Mauro Massari. Quest'ultimo, vicebrigadiere della guardia di finanza in servizio ad Augusta, è finito in carcere con l'accusa di corruzione elettorale. A inizio aprile, dopo il ricorso del legale, Massari è passato dal carcere agli arresti domiciliari

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×