Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

L’Ekipe Orizzonte ritrova se stesso e torna feroce
Roma battuta in gara 1 delle semifinali scudetto

Ottima prestazione delle etnee che domano le imprevedibili giallorosse alla Scuderi. Martedì gara 2 potrebbe proiettare le catanesi alle finali scudetto. «Mi è piaciuto molto che ognuna ci abbia messo del suo», ha commentato Martina Miceli

Redazione

L’Ekipe Orizzonte ritrova se stesso nel pomeriggio dedicato alla gara 1 delle semifinali scudetto contro la SIS Roma. Le etnee prevalgono sulle capitoline con un 11-7 che scaccia i fantasmi apparsi una settimana fa, contro le stesse avversarie e nella stessa piscina, nell’ultimo turno del Preliminary Round Scudetto. Il risultato maturato ieri pomeriggio alla Scuderi vale molto, perché inclina l’equilibrio della serie subito a favore delle catanesi e restituisce consapevolezza a un gruppo che, in questa stagione, ha spesso faticato a ritrovare se stesso. 

Le rossazzurre cominciano subito bene e colpiscono al primo affondo, con Jelena Vukovic. Roma traballa e perde quasi subito l’azzurra Chiappini per un colpo rimediato all’occhio. Marletta e Palmieri ampliano il gap in favore delle padrone di casa, prima della solita reazione delle giallorosse, che accorciano con Avegno e Picozzi nella seconda parte della frazione. Nel secondo quarto, le etnee scavano il solco decisivo: Vicava, Riccioli e Marletta portano il match sul 6-2 e pazienza se Garibotti si fa ipnotizzare da sparano, su rigore, perché le giallorosse falliscono ben due occasioni simili con Giustini e Picozzi, sulla quale è fenomenale la risposta di Gorlero. Per le capitoline piove sul bagnato quando perdono anche Luna Di Claudio, che rimedia l’espulsione definitiva perché rimane distrattamente in gioco dopo aver rimediato un giallo. 

Dopo il cambio vasca, il vantaggio etneo aumenta ancora, con Palmieri che segna uno splendido gol su imbeccata di Laura Barzon (7-2). Ma Roma è brava a tenersi mentalmente dentro al match e cominciare a rispondere, colpo su colpo, alle etnee con il 3-3 di parziale che lascia inalterati i distacchi. Gli ultimi otto minuti vedono le catanesi scappare sull’11-5, con Palmieri e Marletta, prima dei centri di Galardi e Avegno, che fermano il risultato sull’11-7 conclusivo che vale l’1-0 per l’ Ekipe nella serie e la concreta possibilità di chiudere i conti già in gara 2, in programma a Roma martedì prossimo

Nel post partita Martina Miceli commenta così la prestazione della sua squadra: «Quelle di sabato scorso non erano le mie giocatrici . Non è stato facile gestire quel momento, perché una prestazione come quella ti lascia certamente delle insicurezze. Però le ragazze sono state brave - aggiunge - soprattutto a ricucire determinate cose nel corso di questa settimana. Mi è piaciuto molto che ognuna di loro ci abbia messo del suo, nessuna ha brillato particolarmente ma tutte hanno dato qualcosa per la squadra e questa è la cosa più importante. Credo che in partite come questa - continua Miceli - non sia importante la mole del punteggio o il distacco tra le due squadre, conta solo vincere. Anche di mezzo gol. Mi interessa piuttosto essere andate subito avanti e aver gestito il gioco in tutti i frangenti. Adesso si ricomincia da zero e ci prepariamo ad andare a Roma, certe di aver fatto un passetto in avanti. Troveremo una squadra agguerritissima - conclude - ma noi ci faremo trovare pronte». Nell’altra semifinale, tra Plebiscito Padova e la cenerentola CSS Verona, risultato a sorpresa con le ospiti che sorprendono le favorite patavine imponendosi per 10-15. Martedì la squadra della ex C Orizzonte Bianconi potrà tentare l’impresa in Gara 2, tra le mura amiche.

TABELLINO
EKIPE ORIZZONTE-LIFEBRAIN SIS ROMA 11-7 (Parziali: 3-2; 3-0; 3-3; 2-2)
EKIPE ORIZZONTE: Gorlero, Ioannou, Garibotti 1, Viacava 1, Aiello, Barzon, Palmieri 3, Marletta 3, Emmolo, Vukovic 1, Riccioli 2, Leone, Condorelli. All. Miceli
LIFEBRAIN SIS ROMA: Sparano, Tabani, Galardi 1, Avegno 5, Giustini, Chiappini, Picozzi 1, Sinigaglia, Nardini, Di Claudio, Storai, Iannarelli, Brandimarte. All. Capanna Arbitri: Pinato e Piano Note: Nel secondo tempo a 2.23 Sparano (Roma) para un rigore a Garibotti (Ekipe), a 5.53 Giustini (Roma) fallisce un rigore (traversa), a 6.47 Gorlero (Ekipe) para un rigore a Picozzi (Roma). Uscite per limite di falli: Di Claudio (Roma) nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Ekipe 1/7 + 2 rigori, Roma 3/9 + 2 rigori.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×