Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Donna indagata per l'omicidio stradale del ciclista Joshua
Individuata con telecamere, sentita da polizia municipale

Lungo il tratto di via Passo Gravina dove il 29enne ha perso la vita erano rimasti i segni di una frenata. Stando alle prime testimonianze, La Rosa presentava ferite alla testa e agli avambracci. La donna è stata segnalata alla procura

Redazione

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Ci sarebbe una donna indagata per l'omicidio stradale di Joshua La Rosa, il ciclista 29enne morto il 26 maggio mentre percorreva in bici via Passo Gravina in direzione Catania per recarsi a lavoro. Sull'identità della donna non è ancora stato fatto trapelare nulla, come riporta il quotidiano La Sicilia. Su quel tratto di strada erano rimasti i segni di una frenata. Inoltre, a seguito dell'impatto, dalle prime testimonianze, La Rosa presentava ferite alla testa e agli avambracci. Indizi che avevano fatto escludere sin da subito che potesse trattarsi di un incidente autonomo.

Su quanto accaduto, erano già partite le indagini ed erano state acquisite le registrazioni delle telecamere di alcuni sistemi di sorveglianza della zona. Dall'analisi di quelle immagini sarebbe stata individuata la donna alla guida di un'auto che avrebbe investito il 29enne e sarebbe poi scappata senza prestare soccorso. La donna è già stata sentita dalla polizia municipale e segnalata alla procura. 

Nel luogo in cui era avvenuto l'incidente, vicino al sottopassaggio della circonvallazione, era stata posizionata una ghost bike, una bicicletta bianca attaccata al muro non solo per ricordare il ciclista 29enne che lì ha perso la vita, ma anche per sensibilizzare i guidatori a comportamenti più responsabili. Da ieri la bici è stata coperta dal palo di un cartellone pubblicitario che è stato installato proprio là davanti. Intanto, sui social è stata avviata una campagna di raccolta fondi per Beatrice, la figlia di Joshua e della sua compagna Veronica. 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×