Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, contrada Pietralunga e la scoperta archeologica
«Area di valore ambientale e geologico lasciata all'incuria»

Un appello, quello del presidio partecipativo del patto del Simeto, che vuole riportare l'attenzione sull'infrastruttura portuale rinvenuta nei mesi scorsi dopo una piena del fiume. «Ormai abbandonano anche i rifiuti», dice il presidente David Mascali

Salvatore Caruso

L'infrastruttura portuale venuta alla luce nei mesi scorsi nei pressi del fiume Simeto in contrada Pietralunga, non distante dall'omonimo ponte, in territorio di Paternò, sembra che non susciti la dovuta attenzione da parte delle autorità competenti. Prova a tenere alta l'attenzione il presidio partecipativo del Patto del fiume Simeto, il quale, attraverso il suo presidente David Mascali, ha sollecitato la Città Metropolitana di Catania, il comune di Paternò, la Soprintendenza ai Beni Culturali di Catania e il Genio Civile del capoluogo etneo ad attivare tutte le procedure amministrative e tecniche, per tutelare «quanto la natura ci ha restituito - sostiene Mascali - mettendo in luce un'importante testimonianza della nostra storia. L'area di Pietralunga è infatti rinomata in letteratura per la sua valenza archeologica, oltre che ambientale e geologica». 

L'approdo portuale scoperto dal geologo Orazio Caruso potrebbe essere, a seguito di un sopralluogo della soprintendenza ai beni culturali di Catania e del Genio Civile, una banchina di approdo per le imbarcazioni. «Una banchina utilizzata sino agli anni 1950 - 1955, periodo in cui il fiume Simeto era ancora navigabile da maggio a ottobre - prosegue Mascali - Riteniamo l'accaduto, un fatto di rilevanza straordinaria per il nostro territorio, tanto per l'importanza storica del manufatto rinvenuto quanto per le modalità con cui è stato rinvenuto, rappresentando entrambe il segnale di quanto questa valle sia ricca di beni materiali e di competenze e risorse umane che con tanto impegno cerchiamo di valorizzare da anni in processi di tutela e valorizzazione partecipata del territorio tra cittadini e istituzioni - aggiunge - che oggi, peraltro, è maturata nel progetto Ecomuseo del Simeto». Il Presidio ha evidenziato che il sito, nelle ultime settimane è stato oggetto di abbandono di rifiuti da parte di alcuni cittadini sottolineando che l'imbarcadero a causa delle variazioni improvvise di portata che caratterizzano in questa stagione il fiume Simeto, possa essere compromesso o distrutto. 

È stata la piena del fiume - registratesi nelle scorse ore a seguito dell'apertura della diga di Regalbuto che ha scaricato a valle tonnellate di acqua -, a trascinare i rifiuti che si trovavano sulla infrastruttura portuale. Il presidente Mascali ha posto l'attenzione anche sul dissesto di un tratto di strada (la Sp 137/I - SP 228), ubicato sulla stessa sponda del fiume Simeto (destra idraulica) in prossimità del ritrovamento, a ovest della Strada provinciale 137/I, per un tratto di circa 30 metri, rendendo impossibile il transito veicolare e pedonale nei due sensi di marcia. «Si tratta di un'importante via di accesso a terreni produttivi da parte degli agricoltori locali, il cui lento e costante processo di dissesto è stato più volte segnalato alla Città Metropolitana di Catania senza che questo però determinasse alcun riscontro», ha detto Mascali sottolineando che la strada è stata riparata più volte da alcuni agricoltori con fondi propri. «Elaborare una progettualità che risolva o mitighi il dissesto relativo al tratto di strada di accesso ai terreni», è l'appello lanciato dal presidio alle Istituzioni. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×