Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sorella presunto boss Ieni condannata per droga
Il fratello è considerato un esponente dei Pillera

Piera Liliana Ieni dovrà scontare quattro anni e otto mesi agli arresti domiciliari. La decisione, disposta dai giudici del tribunale di Catania, è legata all'arresto della donna nell'operazione della guardia di finanza Pret a porter, che nel 2012 svelò il triangolo della cocaina tra il capoluogo etneo, Olanda e Colombia

Dario De Luca

Foto di: Josué Goge

Foto di: Josué Goge

Quattro anni e otto mesi da scontare agli arresti domiciliari. È la condanna che è stata inflitta dai giudici del tribunale di Catania a Piera Liliana Ieni. La 40enne, originaria del capoluogo etneo, è la sorella di Nuccio detto u Mattuffu. Uomo ritenuto dagli inquirenti uno dei capi storici del clan mafioso dei Pillera-Puntinacondannato nell'aprile 2016 durante il processo d'Appello scaturito dall'operazione antimafia Atlantide

Il nome di Ieni ha riempito le pagine dei giornali locali per il caso della nota discoteca Empire. Il locale, poi  sequestrato dagli inquirenti nell'ottobre 2015, era formalmente gestito da una società riconducibile all'imprenditore Domenico Di Bella. Quest'ultimo considerato una testa di legno a disposizione proprio di Ieni. All'interno della struttura, alcune settimane prima del sequestro, era stata sancita alla presenza del sindaco Enzo Bianco e dello stesso Di Bella la collaborazione tra il Comune di Catania e l'Accademia delle belle arti per l'avvio dell'iniziativa la Strada degli artisti.

La sorella di Ieni invece era stata arrestata nel 2012durante l'operazione Pret a porter della guardia di finanza. Durante l'inchiesta i militari avevano scoperto un triangolo internazionale della droga che avrebbe collegato Catania con la Colombia e l'Olanda. A dare l'input investigativo l'arresto di una modella, avvenuto nel 2006. La donna, Mercedes Brito Bianela Julissa originaria della Colombia, era stata fermata dagli agenti di polizia all'aeroporto Fontanarossa con un chilo di cocaina, suddivisa in 98 ovuli che si trovavano dentro il suo stomaco.  A gestire i traffici in arrivo verso l'Isola, a Catania, erano il clan dei Laudani guidato da Sebastiano Laudani e quello proprio dei Pillera-Puntina, capeggiato da Francesco Ieni detto u castorofiglio di Nuccio e nipote di Piera.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews