Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Raccolta rifiuti, partita nuova gara-ponte milionaria
Previste 60 assunzioni e copertura totale della città

Pochi giorni fa sono state inviate le lettere d'invito a 34 aziende affinché partecipino alla procedura negoziata relativa al secondo mini-bando pensato da Palazzo degli elefanti. Il numero di imprese è uguale a quelle invitate per l'ultimo tentativo di gara settennale, andato deserto anche quello

Luisa Santangelo

Foto di: Luisa Santangelo

Foto di: Luisa Santangelo

Durerà tre mesi o poco più, prorogabili fino all'aggiudicazione della gara settennale, e avrà un valore più alto dei 12 milioni di euro del mini-bando attualmente in vigore. L'appaltino redatto a ridosso delle elezioni prevede, inoltre, 60 ulteriori posti di lavoro e, novità assoluta, la copertura dell'intero territorio della città di Catania, che quindi vedrà saltare l'enclave della terza circoscrizione. L'unica in cui la gestione della spazzatura non è affidata ai privati bensì è appannaggio diretto del Comune. Sono questi i dettagli che filtrano a proposito della nuova gara ponte appena avviata da Palazzo degli elefanti: solo pochi giorni fa sono state inoltrate 34 lettere di invito ad altrettante aziende sul territorio nazionale, per chiedere loro di prendere parte alla procedura negoziata la cui scadenza è fissata per il prossimo 25 giugno. Ad amministrative del 10 giugno passate, lo sporco affare della munnizza passerà nelle mani del prossimo sindaco etneo, senza che in cinque anni - a fronte di un bando precedente aggiudicato nel 2011 - la giunta guidata da Enzo Bianco sia riuscita a dare ai cittadini una efficiente gestione dei rifiuti urbani. Non solo indifferenziati ma anche, e soprattutto, differenziati. Con tutto quello che ne consegue in termini di salatissime sanzioni annunciate dal presidente della Regione Nello Musumeci e a carico dei catanesi, che dovranno pagarle nelle loro tasse.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×