Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sant'Agata, il piano del nuovo presidente Tomasello
«Mai più salite mancate. Strada giusta? Le regole»

A MeridioNews parla il nuovo vertice del comitato dei festeggiamenti. Appassionato di arte si dice pronto ad affrontare la sfida. «Quando si è fatto il mio nome mi tremavano le gambe ma poi è emersa la voglia di impegnarmi»

Dario De Luca

Una forte emozione, almeno nella prima fase, e poi «l'orgoglio e la voglia di impegnarmi». Sono le prime parole che il nuovo presidente del comitato per i festeggiamenti di Sant'Agata utilizza per commentare la sua nomina. Riccardo Tomasello, 41 anni, originario di Paternò: lui è l'uomo che ha messo d'accordo la curia e il Comune di Catania per il dopo Francesco Marano. L'ex segretario regionale del Partito democratico che per due mandati ha guidato il comitato istituito nel 2015 da Enzo Bianco. «Si tratta di un ruolo particolare - ammette Tomasello a MeridioNews - e devo dire che non mi aspettavo di avere le attenzioni della chiesa e di Salvo (Pogliese, ndr)».

Due attori che Tomasello conosce molto bene. Il suo infatti è un profilo che sintetizza una assoluta convergenza. Dietro a Tomasello si è lavorato sottotraccia come conferma anche il diretto interessato: «Il mio nome è venuto fuori da alcuni mesi e, inizialmente, mi sono tremate le gambe». Una delle ipotesi era quella di una sorta di Marano ter, grazie a una deroga al regolamento che impone un massimo di due mandati consecutivi con durata biennale

Tomasello è originario di Paternò ma «da 23 anni vivo a Catania. Sono stato adottato ormai», spiega. Ma qual è il suo rapporto con Sant'Agata? «Sono sempre stato un devoto - racconta - ma scegliendo un profilo basso e riservato e senza indossare il tradizionale sacco». Nella vita di tutti i giorni Tomasello si occupa di vini, come produttore grazie a un'azienda nel territorio di Nicolosi. Con la curia dal 2014 porta avanti un progetto di agricoltura sociale, grazie all'affidamento di un terreno alla piana di Catania dove si producono carciofi e in cui lavorano soggetti svantaggiati

I rapporti sono ottimi anche con l'amministrazione comunale. Grazie alla sua cooperativa, la Bios, Tomasello  si è occupato di coordinare gli eventi per il polo museale delle Ciminiere, in occasione dell'anniversario dello sbarco delle forze alleate in Sicilia durante la seconda guerra mondiale. Passati i facili entusiasmi iniziali su Sant'Agata sono tanti i capitoli aperti che dovrà affrontare il nuovo presidente. Dalle candelore ai nodi cerei e abusivismo dilagante. La strada però sembra essere quella del suo predecessore: «Regole e regolamenti sono fondamentali. Sono importanti e devono essere accettati per consentire una festa tranquilla. Sentirò tutti, come i componenti del Comitato per la legalità,  per capire come risolvere o correggere situazioni pericolose per il prosieguo della festa, senza preclusioni. Sono fuori dalla politica». Nel 2013 Tomasello un piccolo passaggio in politica lo ha fatto, come candidato al Consiglio comunale in appoggio a Raffaele Stancanelli. Raccogliendo alla fine poco più di 200 preferenze senza essere eletto. 

Nei ricordi del nuovo presidente c'è anche quanto accaduto durante l'ultima edizione. Cioè la mancata salita di via Sangiuliano e le successive polemiche dopo la dura presa di posizione del capovara Claudio Consoli e del parroco della cattedrale Barbaro Scionti. «Lo definirei un momento duro. Ho provato delusione e amarezza per una situazione che deve fare riflettere e imporci un cambiamento di rotta. Non conosco direttamente come si sono svolti i fatti ma dico che casi di questi non devono succedere mai più, senza ragionare su chi ha torto o ragione. Non ci si può permettere più visioni di quel tipo, perché si tratta di una sconfitta per tutti». Tomasello non svela cosa ha in mente nell'immediato futuro ma qualche spunto c'è già: «Vedo l'arte al centro, con più utilizzo dei social. Perché ho notato che non si sfruttano i canali più apprezzati del momento. La festa è un momento di devozione ma è anche utile per incrementare il turismo». 

L'ultima parte della chiacchierata è legata a coloro che lo affiancheranno nel comitato direttivo. Tra loro, tra lo stupore generale, è spuntato anche il nome dell'avvocato Carmelo Peluso, difensore dei colletti bianchi e tra questi dell'editore Mario Ciancio Sanfilippo. «La mia è una squadra di alto profilo - conclude - che mi aiuterà a prendere le decisioni giuste. In realtà non li conosco direttamente ma solo di fama, adesso ci sarà modo per confrontarci».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews