Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Festa di Sant'Agata diventa social per l'edizione 2020
Svelato programma. Il pontificale al cardinale Sandri

Annunciati i canali ufficiali per i festeggiamenti 2.0. In mezzo gli eventi tra cultura, musica e sport. Spazio anche alle telecamere installate, grazie ai privati, per presidiare l'altarino più volte danneggiato dai vandali in via Dusmet

Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Sant'Agata diventa social. La patrona di Catania prova a stare al passo con i tempi e l'edizione della festa 2020 «avrà un sito web ufficiale e, soprattutto, dei profili sui social network per discutere con i devoti e dare anche informazioni sulle questioni legate alla sicurezza». Una notizia annunciata dalle pagine di MeridioNews a settembre scorso e confermata oggi dal presidente del comitato per i festeggiamenti Riccardo Tomasello in occasione della presentazione delle manifestazioni di Sant'Agata 2020 che si è svolta nell'arcivescovado di via Vittorio Emanuele a Catania. 

Con Agata battezzati e inviati. È questo il filo conduttore che sarà sviluppato in tutti i momenti dei festeggiamenti religiosi. Il programma, però, sarà ricco anche di eventi più mondani, culturali, musicali e sportivi. «La festa ci coinvolge tutti a vario titolo - sottolinea l'arcivescovo Salvatore Gristina - se siamo coerenti con l'impegno di battezzati e la testimonianza di Agata, amica di Gesù che ha vissuto in pienezza la sua giovinezza, saremo anche una benedizione per il nostro territorio». 

Un territorio a cui, in effetti, male non farebbe. È il sindaco Salvo Pogliese, seduto alla destra del vescovo, a riportare il discorso a un livello più terreno facendo riferimento all'inaugurazione - avvenuta poco prima - del sistema di videosorveglianza, con telecamere termiche, a protezione dell'altarino di Sant'Agata in via Dusmet che, negli ultimi anni, è stato spesso preso di mira e danneggiato diverse volte. «Misura importante che abbiamo potuto mettere in pratica in sinergia con alcuni imprenditori illuminati. Un modo per tutelare la nostra patrona a cui ci siamo rivolti - confessa il sindaco - e che ci ha dato una mano nel momento più dedicato di tutta la storia della città». È il presidente Tomasello a ricostruire che «è bastata una telefonata di un minuto con un imprenditore , non potevamo accettare - tuona - che l’altarino venisse devastato da chi è senza Dio e senza rispetto per Sant’Agata. Adesso, guai a chi si avvicinerà lì per oltraggiarlo. Ci si avvicini solo per pregare», auspica Tomasello.

«Desideriamo una festa di unione, di coesione, vogliamo che sia una festa di tutti», sottolinea il presidente raccontando degli incontri organizzati «per fare un lavoro corale e instaurare anche un rapporto umano» con tutti i protagonisti della festa: dalle associazioni agatine a portatori, dal capovara riconfermato Claudio Consoli fino ai macchinisti e agli elettricisti. «Questi incontri hanno infuocato il comitato - afferma il presidente - che sta lavorando anche per fare in modo che Sant'Agata diventi patrimonio dell'Unesco. Per presentare la candidatura - aggiunge - stiamo costruendo un comitato scientifico e abbiamo bisogno di chiunque lo possa arricchire». Sarebbe la prima volta per una festa religiosa. Un primo tentativo in questa direzione, in realtà, era stato fatto due anni fa quando l'allora sindaco Enzo Bianco e l'ex presidente del comitato Francesco Marano chiesero l'inserimento delle celebrazioni agatine nel registro delle eredità immateriali siciliane, passaggio propedeutico alla candidatura. 

«Quest'anno avremo la gioia di accogliere il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della congregazione per le chiese orientali, è colui che diede l'annuncio della morte di papa Giovanni Paolo II», interviene soddisfatto l'arcivescovo mentre Tomasello elenca i momenti salienti dei festeggiamenti. Tra questi anche la serata del 3 febbraio: «Un momento all'insegna dell'emozione che ci accompagnerà aspettando Sant'Agata», che prevede la partecipazione del frate di Assisi Friar Alessandro e dell'artista siciliano Giovanni Caccamo. «Le offerte raccolte durante la processione - ci tiene a dire il vescovo - saranno devoluti al progetto della Caritas diocesana che si occupa di donne vittime di violenza».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews