Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Femminicidio Vanessa, acquisiti i dati dei due cellulari
Dalle analisi potrebbero arrivare elementi sulla pistola

Si sono concluse le operazioni per la copia forense degli smartphone della 26enne Vanessa Zappalà e del suo assassino 38enne Tony Sciuto. Tutto il materiale contenuto nei dispositivi è stato trasferito in un hard disk e, adesso, sarà analizzato dai carabinieri dei Ris 

Marta Silvestre

Si sono concluse poco fa le operazione per la copia forense dei cellulari di Vanessa Zappalà e Tony Sciuto. Chiamate, messaggi, conversazioni in chat, audio registrati e inviati, foto e video sono stati estrapolati e trasferiti in un hard disk. Dati su cui adesso dovranno lavorare i carabinieri dei Ris, come aveva richiesto il pubblico ministero Giovanni Gullo, per ricostruire quanto accaduto prima del femminicidio avvenuto la notte del 23 agosto sul lungomare di Acitrezza. Quando la 26enne originaria di Trecastagni è stata uccisa a colpi di pistola dal suo ex compagno poi ritrovato impiccato in una campagna in contrada Trigona. Un'operazione durata diverse ore a cui hanno assistito l'avvocato Eugenio De Luca che assiste la famiglia Zappalà e anche i due legali dei familiari di Sciuto, Ernestina Cataldo e Salvatore Ganci.

Tutto il materiale contenuto nei dispositivi della vittima e del suo assassino saranno analizzati ad ampio raggio e messi a confronto. Non solo per verificare se tra i due ci fossero stati contatti recenti, ma anche se Sciuto - che, prima di vendere automobili, aveva lavorato per una società di telefonia - avesse installato nello smartphone di Vanessa un trojan. Un virus che gli avrebbe consentito di seguire a distanza i movimenti della sua ex compagna che lo aveva già denunciato per stalking e da cui, come deciso dal gip dopo la revoca degli arresti domiciliari, avrebbe dovuto mantenersi a una distanza di trecento metri. Dall'analisi del cellulare di Sciuto, inoltre, potrebbero emergere anche elementi utili per le indagini sull'arma (una pistola calibro 7,65) utilizzata dal 38enne, che non aveva il porto d'armi, per ammazzare Vanessa. All'interno dell'auto presa a noleggio da Sciuto e parcheggiata a circa 500 metri dalla cisterna in cui è stato ritrovato il suo cadavere, i carabinieri hanno trovato anche 28 proiettili dello stesso calibro. La pistola, però, in macchina non c'era e l'uomo ha decido di uccidersi impiccandosi.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×